Commissari esterni maturità 2017: quali sono i tipi che troverai

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

foto di quali sono i tipi di commissari esterni della maturità 2015

Per conoscere i nomi dei commissari esterni della maturità 2017 dovremo aspettare ancora un po'. Ma, quello che ogni anno preoccupa di più i maturandi, è scoprire l'identità di questi prof: non solo quindi nome e cognome, ma anche abitudini, fissazioni, domande ricorrenti durante le interrogazioni, punti forti e punti deboli dove colpire. I social network saranno i massimi alleati in questa caccia al commissario esterno, ma tanti si recheranno addirittura davanti alle scuole per poter captare qualche informazione preziosa sul membro di commissione di maturità 2017 più temuto di sempre. In effetti, a seconda della tipologia di prof - che voi studenti, dopo 5 anni di superiori, sapete riconoscere quasi a colpo d'occhio - c'è bisogno di attuare una strategia ben precisa. Non si può dare niente per scontato e prepararsi come se ad aspettarvi fosse un incontro sul ring, ma al posto dei pugni avrete a vostra disposizione tesina di maturità e parlantina, nonché un certo savoir faire, per mettere al tappeto l'avversario. Per questo, per ingannare l'attesa, possiamo cercare di capire quali sono i tipi di commissari esterni che vi troverete di fronte il giorno dell'esame di stato: conoscere il nemico aiuta a combatterlo.

Commissari esterni - Tipo 1: il non giovane


All'apparenza è poco più che un ragazzo, ma in realtà l'aspetto nasconde ben altro. Proprio per la sua giovane età è deciso a dimostrare a tutti che non serve avere i capelli bianchi per essere preparati e professionali. Come lo fa? Stimolando il dibattito e chiedendo il perché di tutto quello che sapete. Richiede ragionamenti geniali ed etichetta il sapere dei libri come banalità, a meno che non li abbia scritti lui. Vuole fare il giovane, ma in realtà se provi ad uscire da uno schema tradizionale ti stronca.

Come affrontarlo - Per superare il colloquio con questo tipo di commissario esterno dovete cercare di capire cos'è che vuole sentirsi dire. Informatevi chiedendo ai suoi studenti su Facebook e andate agli orali dei vostri compagni segnando tutte le domande che fa più spesso. Se poi magari leggete anche qualche suo libro è anche meglio.

Guarda questo video di Skuola.net, ti spieghiamo come fare colpo sui commissari esterni

Commissari esterni - Tipo 2: il pignolo

Fissato con le precisazioni, è il professore esterno che vi farà sudare più di tutti gli altri. Inizialmente sembrerà volervi mettere a vostro agio e magari ci riuscirà pure. Un po' avanti con l'età, ha un aspetto sereno e rassicurante. La domanda ve la farà con il sorriso sulle labbra per tranquillizzarvi e permettervi di rispondere senza entrare nel panico. Una domanda che sembra facile e generica, ma che invece nasconde mille trabocchetti. Se iniziate a rispondere in maniera generica vedrete la sua espressione cambiare da tranquilla ad arcigna. Non basta quello che avete risposto: sarete sempre pigri e superficiali.

Come affrontarlo - Pensate bene prima di rispondere a questo tipo di commissario esterno. Prendetevi tutto il tempo necessario e poi rispondete cercando di essere meno scontati e banali possibile. Andate in profondità agli argomenti e dimostratevi seriamente interessati alla materia. State sicuri che apprezzerà.

Commissari esterni - Tipo 3: il politicizzato


La vostra preparazione è impeccabile e non può essere diversamente visto che vi preparate a questo giorno da quando avete 12 anni. Avete studiato e ripetuto tutto nei minimi particolari approfondendo bene gli argomenti della tesina. Insomma, tutto sta andando alla grande. Peccato che non credete in quello in cui crede il vostro commissario esterno, oppure avete una visione politica diversa. E guarda caso l'avete palesata proprio nella vostra tesina scatenando tutto il suo disappunto.

Come affrontarlo - Siete ancora in tempo per non esprimere nessun tipo di idea politica o visione religiosa nella vostra tesina, quindi non fatelo. Cercate di non mostrarlo nemmeno durante l'orale e se questo professore esterno fa qualche battuta politicamente scorretta che proprio non vi fa simpatia, sorridete e annuite comunque. Fidatevi, vi salverà.

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
Tutto quello da sapere sull'alternanza scuola lavoro

Nella prossima puntata ospite in studio il sottosegretario del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Gabriele Toccafondi. Con lui parleremo di alternanza scuola lavoro. Non perdere la puntata!

27 aprile 2017 ore 16:30

Segui la diretta