Ominide 50 punti

I Promessi Sposi

Sono un romanzo storico. Genere moto apprezzato nel romanticismo perché adeguato alle nuove esigenze ideologiche e culturali. Il romanzo appare più congeniale alle nuove ideologie romantiche che si basano sul sentimento, sullo spiritualismo e sul patriottismo. Istanze che potevano essere espresse in modo compiuto in prosa. Il romanzo è anche più vicino alla borghesia. E’ scritto in prosa, attraverso un linguaggio lineare meno ardito e raffinato come nella poesia. Fioriscono i romanzi realisti (Inghilterra Dickens)con necessità di denunciare la realtà e il romanzo di denuncia sociale (Francia, madame Bovary e Gustave Lobert).
Il romanzo storico nasce in scozia con Walter Scott autore di Ivanhoe che in realtà si propone più come un’opera epica che storica. Per la prima volta, tuttavia, alla base di una descrizione è presente un contesto storico preciso. C’erano stati i poemi cavallereschi ma si trattava di storie inventate. Walter Scotto, invece, per la prima volta fornisce una base storica. Durante la pubblicazione di Ivanhoe si crearono due schieramenti

1.Romanzo deve essere inventato. La storiografia è un’altra cosa
2.Occorre ci sia un preciso contesto in cui inquadrare la vicenda
Alessandro Manzoni difende la seconda posizione, ma allo stesso tempo critica il capolavoro di Scott, non considerandolo un romanzo storico dal momento che la base storica non è stata ricostruita scientificamente, ma si è fatta su vicende tramandate oralmente (non c’è alcuna consulenza scientifica) . Inoltre, le gesta del cavaliere sono eccessivamente esagerate e quindi troppo eccentriche abbattendo ogni rapporto umano. Manzoni rende pubbliche queste riflessioni e considera il romanzo non come una storia inventata ma come verosimile che si affida ad un base storica documentata, scientifico.
prima edizione 1821, la prima importante è nel 1827 e la revisione definitiva avviene invece nel 1840

Struttura L’opera è divisa in 38 capitoli, preceduti da una introduzione. E’ come se Manzoni volesse motivare e giustificare il suo romanzo. Nasce dal ritrovamento di un manoscritto redatto da un anonimo autore del 1600 che ha raccontato le vicende di Renzo e Lucia. In realtà, come sostengono alcuni critici, il manoscritto non è mai esistito.

Ambiente Manzoni ambienta la vicenda nel 1600 e no nel contesto contemporaneo. Il governo spagnolo fu più vessatorio mentre il regime austriaco fu più illuminato. Fecero finta di dare un margine di libertà ma in realtà per i sudditi era comunque un governo straniero, che si impadroniva di una dignità che non era la propria. Si tratta quindi di una denuncia verso un governo che reprime la libertà, in realtà diritto legittimo e inalienabile.

Temi La denuncia politica e nazionalistica (il pessimismo nella parte finale, tuttavia, è superato in parte, la felicità non è di questo mondo Fedro)

Registrati via email