Fra Cristoforo

Nonostante la sua figura compaia in pochi momenti, Fra Cristoforo è una figura importante del romanzo "I Promessi Sposi", infatti incontra Don Rodrigo e favorisce la fuga di Renzo e Lucia, preoccupandosene sopratutto nella prima parte del romanzo.
Lodovico, il nome di battesimo di Fra Cristoforo, è figlio di un mercante abbastanza ricco e agiato. Lodovico ha ereditato la stessa ambizione dal genitore, così che, la condizione economica, lo avvicinava alla nobiltà, per la quale era stato educato. Ma la sua vocazione poté rimanere solo un sogno, infatti la borghesia non era riconosciuta dai "signori" dotati dei più vari titoli nobiliari. Aveva più volte tentato di farsi accettare dagli altolocati della sua città, ma senza riuscirci; quando scoprì che per diventare nobile doveva stare "al di sotto" vi rinunciò provando un forte risentimento. Un giorno, incontrò un nobile "signor tale". Quest'ultimo, secondo le leggi della cavalleria avrebbe dovuto cedere il passo a Ludovico, ma non lo fa, e così si scatena un duello nel quale il nobile rimane ucciso per mano di Ludovico. Da allora Lodovico decide di entrare in convento per espiare il suo peccato e decide di assumere il nome di Fra Cristoforo - questo infatti era il nome del servitore, molto amato da Lodovico, che aveva perso la vita durante il duello con il "signor tale". Lodovico, entrato nell'ordine dei Cappuccini per espiare la sua colpa, si prodiga al lazzaretto durante la peste. Alla fine anche lui rimane ucciso da questa terribile epidemia.

Registrati via email