Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Fra Cristoforo e Don Abbondio: Confronto

I due esponenti del clero dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni messi a confronto

E io lo dico a Skuola.net
La Differenza tra Don Abbondio e Fra Cristoforo
La prima differenza che si evidenzia tra i due personaggi è il proporsi in prima persona di Fra Cristoforo e il nascondersi dietro le sue paure di Don Abbondio.
Il Manzoni lo identifica con poche, ma ben riuscite frasi :


“… Don Abbondio non era nato con un cuor di Leone … “
“… un vaso di terracotta, costretto a viaggiare con molti vasi di ferro … “



Si evidenzia così la sua fragilità e la sua paura di essere schiacciato dalla forza altrui. Egli viene da una famiglia povera che lo spinge verso il sacerdozio, anche per garantirsi un discreto benessere e una vita tranquilla.
Mentre Fra Cristoforo si pone a difesa di ogni persona, sia buona che cattiva, Don Abbondio presenta una sorta di doppia faccia: con i potenti, ossequioso, sottomesso e schivo, con i deboli, autoritario.
Il suo interesse è condurre una vita tranquilla ed è disposto a qualunque cosa per raggiungere il suo scopo, mentre Fra Cristoforo, figlio di un mercante, istruito e facente parte di un Ordine, i Cappuccini, che godeva di rispetto e autorità, non usa questa sua condizione sociale per farsi strada, anzi, con il suo carattere forte cerca di far rispettare la giustizia esponendosi direttamente, non ha paura di dire quello che pensa, mentre Don Abbondio giustifica la sua debolezza, che comunque riconosce, come prudenza e come amore per la vita, si dichiara disposto all’ubbidienza quando capisce di non essere in grado di far valere le sue ragioni.
Anche fisicamente si notano differenze che quasi si rispecchiano nelle loro caratteristiche :


“ … con i suoi occhi infossati sempre rivolti verso terra, ma che spesso sfolgoravano come due cavalli condotta da un cocchiere al quale sapevano di dover ubbidire, ma che facevano ogni tanto degli gambetti per i quali venivano sgridati con una tirata di morso … “



Tipico delle persone che, anche se legate a determinati comportamenti, non rinuncino a pensare con la propria testa.
Don Abbondio invece viene descritto come un lento e goffo Prete di campagna, poco propenso ad una pronta reazione.
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare