Tutor 32375 punti

recensione de Il viaggiatore dalla voce profonda di Dacia Maraini

Analisi del testo il viaggiatore dalla voce profonda


In questo racconto della Maraini il personaggio principale è Jole Pontormo, la quale dopo avere avuto una bella chiacchierata con un intellettuale, rimane del parere che talvolta bisogna andare ben oltre le apparenze, le quali talvolta ingannano.
Viene descritto il viaggio effettuato da Jole Pontormo in un treno passeggeri che offre anche i pasti giornalieri. I fatti raccontati si svolgono nel vagone ristorante del treno in viaggio: la protagonista si accinge a ordinare qualcosa da mangiare, quando viene raggiunta da un misterioso signore che le chiede gentilmente se può sedersi vicino a lei. Si tratta di un signore distinto che si esprime con un linguaggio molto forbito. Jole è convinta si tratti di un uomo di cultura molto elevata che ha già l'impressione di conoscere, pertanto spinta dalla curiosità gli chiede che tipo di professione svolga, se per caso sia un intellettuale, un poeta. Il signore afferma di essere un commerciante di cavalli. La protagonista non crede a quanto egli stia dicendo, pertanto insiste sull'affermare che secondo lei lui è un uomo di cultura.
Durante questo colloquio ordinano i vol au vent per cena. Il discorso continua attorno a temi culturali; arriva il cameriere e finalmente arrivano i vol au vent che si scorgono fumanti e deliziosi sui piatti. La discussione tra i due interlocutori continua: si parla della storia delle costellazioni, giungendo nello specifico a discutere di Cassiopea e delle leggende che circolano su questa bellissima e conosciutissima costellazione.

Mentre l'uomo parla, la signora Jole lo osserva attentamente, in quanto il suo aspetto gli ricorda qualcuno. All'improvviso la donna inizia a ricordare bene: questo signore distinto potrebbe essere l'uomo rozzo che un anno prima aveva commesso una rapina in banca in cui lei era uno degli ostaggi. Il suo stupore quindi cresce, non avrebbe mai immaginato che un uomo così colto potesse essere colui che l'anno prima l'aveva rapinata. Dopo la loro conversazione, Jole Pontormo ha un impulso: scendere dal treno e recarsi presso il commissariato più vicino per denunciare l'uomo. Ma che cosa in realtà avrebbe potuto raccontare, considerando che l'uomo non le ha rivelato la sua vera identità?

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email