Il ventaglio magico di Kurt Kusenberg


Due feste, due persone in cerca dell’anima gemella, due oggetti sia pur diversamente magici, un ventaglio e un vestito di seta. Due storie perfettamente simmetriche, che l’autore segue alternativamente. La prima, quella del mago distratto, sembra prendere una brutta piega. Quale prenderà quella di Ute? Quale sarà il finale?
Le due storie resteranno separate, collegate soltanto dalla capacità del mago di vedere a distanza, o egli riuscirà a forzare il cerchio magico che lo imprigiona?
Un mago va a una festa, ma per strada perde il suo potente ventaglio magico. Lo trova una ragazza, anch’essa diretta a una festa. Quel ventaglio, usato incautamente, potrebbe causare disastri incalcolabili.
Una novella sul filo della suspense, che serve a mostrare una possibile soluzione a uno dei problemi che lo scrittore si trova di fronte: come raccontare eventi contemporanei che si svolgono in luoghi diversi?
Kurt Kusenberg nato a Goteborg, in Svezia, si trasferì poi ad Amburgo. Esperto di storia dell’arte, ha scritto numerose monografie sulla pittura. Autore di varie raccolte di novelle, scritte in tedesco, in Italia è conosciuto per La città di vetro, un’antologia di alcuni dei suoi testi migliori.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email