Tutor 32375 punti

riassunto de Il cacciatore di teste

Il cacciatore di teste è un romanzo pubblicato dallo scrittore Jo Nesbø nel 2008. Il protagonista del romanzo si chiama Roger Brown, noto "cacciatore di teste" che le aziende pagano per scegliere delle persone da porre nel posto giusto nel momento giusto. Brown però ha un suo passatempo, ovvero quello di commettere in segreto dei furti d'arte; questo hobby serve al protagonista per vivere in condizioni di agiatezza e per cercare di finanziare l'atelier della moglie amata. Questi furti vanno in porto, perché Ove Kjikerud, un responsabile dei Servizi di sicurezza, gli dà una mano per una loro riuscita.
Nel frattempo sua moglie Diana gli fa conoscere Clas Greve, una personalità di spicco a livello dirigenziale che ha lasciato l'azienda presso cui lavorava, in quanto è stata rilevata da un'azienda concorrente. Questi sarebbe perfetto come lavoratore di una società specializzata in sistemi di tracciamento GPS. Nel corso di un colloquio il protagonista scopre che Clas Greve è in possesso di un quandro dell'artista Peter Paul Rubens (si tratterebbe di una tela che si pensava fosse scomparsa dal nulla nel corso della Seconda Guerra mondiale. Brown a questo punto decide di rubare il dipinto, ma introdottosi nell'appartamento dell'uomo con l'intento di rubare il quadro, oltre a questo trova anche il cellulare di sua moglie Diana sotto il letto dell'uomo.

In questa circostanza il protagonista da cacciatore di teste diviene lui stesso il cacciato, diventando parte integrante di un gioco più grande di lui. Alla fine Brown riuscirà a superare gli ostacoli e ad affrontare le vicende che lo coinvolgeranno.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email