walla89 di walla89
Ominide 50 punti

300 guerrieri – La battaglia delle Termopili

Nell'agosto del 480 a.c. Trecento spartani capeggiati da re Leonida andavano a combattere contro l'immenso e devastante esercito persiano: solo uno, delle trecento spade, sopravvisse, ritornando a Sparta ferito e sconvolto. Portava il nome di Aristodemo.
Questo romanzo narra come quest'ultimo, non completamente convinto, si unì a re Leonida insieme agli altri combattenti, ben più decisi e convinti di lui. Criticando l’implacabile sistema spartano, colpevole di creare non uomini, ma strumenti per procurare gloria allo Stato, Aristodemo disprezza Leonida, anche se il re lo prende a benvolere affidandogli incarichi importanti, fino all’atteso, cruento scontro con i persiani. Pure nella sua ideale opposizione, Aristodemo, da vero combattente, si batte valorosamente, scegliendo però di sottrarsi alla tragica fine. L'eroismo dei propri compagni acquisirà anche ai suoi occhi una dimensione immensa nel momento che apprende i retroscena dell'impresa.

I trecento eroi raccontati in un modo mai visto prima.

Andrea Frediani (Roma 1963) – Storico romano, collaboratore di numerose riviste di carattere medievale e non solo. Questo è il suo penultimo romanzo, che ancora una volta ci lascia a bocca aperta.

Registrati via email