Ominide 1864 punti

Gomorra

Autore

Roberto Saviano nasce a Napoli nel 1979. Consegue la maturità scientifica a Caserta presso il Liceo Scientifico Statale Armando Diaz e si laurea in filosofia all'Università degli Studi di Napoli Federico II, nonostante il pensiero del padre che in Gomorra è esplicitamente descritto come uomo pragmatico e indisposto nei confronti di questa materia. Inizia a lavorare come giornalista nel 2002 e nel 2006 pubblica Gomorra, presente ormai nelle classifiche dei best seller non solo in Italia, ma anche in Germania, Olanda, Belgio, Spagna, Francia, Svezia, Finlandia, Lituania, Albania, Israele, Libano, Austria. Dalle prime minacce di morte del 2006 da parte della camorra, denunciati pubblicamente dallo scrittore, Roberto Saviano è sottoposto a un protocollo di protezione. Dal 13 ottobre 2006 vive sotto scorta.

Parti importanti

1) Pasquale
Questo personaggio poco esaminato, relativamente marginale, così pacato, mi ha colpito particolarmente. Il lavoro non riconosciuto è a mio parere una delle piaghe maggiori della società odierna e passata. La scena della moglie Luisa in lacrime, la fuga in auto di Pasquale, tutti elementi che, immaginandosi siano realmente accaduti, coinvolgono il lettore fino a farlo immedesimare nella terribile situazione di rabbia ed ingiustizia.

2) Capitolo "Donne"
In generale il capitolo mi è piaciuto particolarmente, sia per quanto riguarda i contenuti, sia per quanto riguarda lo stile di scrittura e la maniera dolce e al contempo spietata che Saviano mantiene lungo tutta l’opera di descrivere i soggetti di cui parla. La parte più interessante e toccante del capitolo è la narrazione dell’omicidio di Annalisa Durante: essa mostra la crudeltà e l’infondatezza dell’organizzazione mafiosa.

3) Sacralità
Molto importante è il rapporto tra sacro e profano, le concezioni profondamente religiose che stanno alla base della morale mafiosa e che la rendono un qualcosa di ancora più insensato, contraddittorio e sbagliato. La figura di Don Peppino Diana è simile a quella dell’autore stesso: ha avuto il coraggio di denunciare la verità.

4) Cinema
Il ruolo della televisione nelle menti dei camorristi è qualcosa di inaspettato per me. Sicuramente non mi sarei mai immaginata che uomini così valorosi come si autodefiniscono, per apparire migliori debbano prendere esempio dalla tv, seguire dei modelli. È un’altra contraddizione dell’organizzazione mafiosa che non è possibile comprendere: essere i numeri uno ma imitare sconosciuti?
5) Contro l'omertà
Un’altra immedesimazione dell’autore è quella avvenuta nell’episodio dell’uccisione di Giuseppe Mancone detto “Rambo”. La maestra d’asilo trentacinquenne non si è nascosta, ha messo a repentaglio la sua vita e quella della sua famiglia per essere entrata in un bar e aver detto la verità. Non ha abbassato la testa, ha vissuto con la consapevolezza di essere dalla parte giusta.

6) Riflessioni
Le riflessioni dell’autore sia nel finale, sia nell’ultima parte del penultimo capitolo, sono a mio parere bellissime e significative. Un uomo che si è sentito in trappola e che, nonostante possa sembrare adesso più in trappola di prima, per via della scorta e della protezione di cui ha bisogno, probabilmente si sente più libero, poiché ha avuto il coraggio, è ancora vivo, testimone di queste ingiustizie, protettore di chi è morto invano, un uomo che ha scritto la verità e l’ha pubblicata, rendendola famosa in molti paesi, facendo in modo che moltissime persone vengano a conoscenza dei segreti impenetrabili della camorra.

Giudizio complessivo

Complessivamente il libro mi è piaciuto. Nonostante la sua pesantezza dovuta a uno stile tipico del giornalismo e quindi a diversi dettagli di carattere economico che spesso non sono riuscita a comprendere del tutto, il suo stile, come già detto, dolce e spietato è molto apprezzabile. Soprattutto, il tema affrontato è di vitale importanza e lo consiglio, almeno come lettura parziale, a tutti: tutti dovrebbero sapere quello che Saviano ha rivelato.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email