Genius 7012 punti

AHI, PALOMA-di Rosetta Loy-

¥ Notizie sull’autore
Rosetta Loy è nata nel 1931 a Roma, dove vive tuttora. Apparteneva ad una famiglia borghese italiana, fortemente cattolica, con padre piemontese e madre romana. Aveva un fratello e una sorella di nome Teresa. Quest’ultima di due anni più grande di lei. Rosetta Loy ha scritto vari romanzi, il più noto dei quali è "Le strade di polvere", pubblicato nel 1988, che ha vinto il Premio Campiello e il Premio Viareggio, ma si poteva notare la sua abilità già dal suo esordio con “la Bicicletta”, 1974 premio Viareggio Prima Opera.
¥ Spiegazione del titolo
Il titolo si riferisce ad una canzone diffusa dal grammofono a manovella all’interno dei ritrovi, considerati sempre una festa, di un gruppo di ragazzi dell’Agosto del 1943.
È anche il sopranome dato da Ettore ad una ragazza del luogo di nome Paola. Il soprannome era riferito ad una frase della canzone che descriveva la pelle chiara della Paloma, simile a quelle di Paola.

¥ Anno di pubblicazione

Il romanzo è stato pubblicato di recente, ma tratta di una storia avvenuta ai tempi del fascismo, storia che impressiona molto l’autrice visto i vari libri scritti e commentati sulla vita degli ebrei a quei tempi.

¥ Riassunto

Il romanzo descrive una storia tra un gruppo di ragazzi durante l’estate del 1943. Amori, giochi e addii si mischiano in un anno pieno di preoccupazioni: da una parte l’adolescenza, dall’altra il fascismo e la “caccia” agli ebrei.
Un gruppo di ragazzi cercano di passare una bellissima estate: feste, partite di tennis, amori vari s’intrecciano nel romanzo di Rosetta Loy e ci descrivono le difficoltà e le gioie che degli adolescenti affrontano in quegli anni.
Il gruppo composto da Carla, Marilù, Ettore, Augusto, Marcella, Paola, Milly, Giorgio, Etta, Pietro, Laura…vive, durante l’estate, storie diverse…
…la più drammatica è quella che lega Ettore a Paola: innamorati ma allo stesso tempo in pericolo.
Ettore è un ragazzo ebreo che si nasconde dai cacciatori nazisti, in attesa dei soldi necessari dei genitori per partire per la svizzera e trovare la libertà. Trova affidamento da il guardiano del campo da tennis che dopo si rivelerà un nemico, infatti lo consegnerà alle autorità per incassare la grossa taglia.
Ettore prima di essere scoperto chiede aiuto a Paola, di poter rifugiarsi da lei nella stanza dove per tutta l’estate si organizzavano grandi feste tra amici: purtroppo la madre di lei non acconsente e questo porterà alla cattura e alla morte del ragazzo ebreo.

Un’altra storia vede protagonista la ragazza più giovane del gruppo che ci descrive a parole sue tutte le vicende di quell’estate: tra queste anche la sua, una cotta per un ragazzo privato di un braccio di nome Augusto. Pur di avere l’attenzione del ragazzo, la dodicenne alle prime prese della vita adolescenziale, cerca di farsi amica la sorella Laura, che non sembra gradire l’assillante presenza della “ragazzina”.
Arrivati agli addii, quando l’estate sta per finire, la “ragazzina” riesce ad avere l’indirizzo della loro casa in un paese della provincia di Torino, ma di quell’indirizzo e soprattutto di Augusto non ha mai saputo più niente.
Poi c’è Marcella, la bella del gruppo, che insieme a Pietro, detto il Pirro, vive una storia d’amore da tenere nascosta. Alla partenza della ragazza, che al suo ritorno a casa avrebbe trovato molti ammiratori, il Pirro, preso anche dalla disperazione della cattura di Ettore, decide di partire, prende alcune cose in prestito dalle cugine, Paola e Marilù, e dalla zia dove lui viveva.
All’interno del gruppo c’è il giovane soldato Giorgio, volontario delle Brigate Nere, prima di partire si trova un’amante da cui avrà un figlio, che purtroppo non vedrà mai. Infatti il giovane soldato muore, e nell’estate ’45 la madre decide di andare alla ricerca dell’amante di Giorgio e del figlio: purtroppo tutte le tracce vengono cancellate e di questa storia non si riuscirà mai a scoprire niente.

¥ Ambientazione della vicenda

La storia è ambientata nell’Agosto 1943 nel paese di Brusson, durante l’epoca in cui regnava il fascismo, e nel periodo in cui Mussolini da le dimissioni.

¥ Personaggi principali

Nel romanzo alcuni personaggi non vengono descritti perché non partecipano in prima persona ai fatti che ci vengono raccontati, ma vengono solo citai.

Paola: detta Paloma perché in quella canzone veniva descritta una ragazza dalla pelle bianca, proprio come quella di Paola. Innamorata di Ettore, ma la loro storia non andrà avanti perché la madre della ragazza non vuole aiutare il ragazzo ebreo che verrà catturato.

Ettore: ragazzo ebreo fatto catturare dal guardiano del campo da tennis che lo ospitava.

Marcella: la ragazza più circondata dai giovani del gruppo. Innamorata del Pirro, ma alla sua partenza ci viene subito anticipato che al ritorno a casa avrà molti ammiratori ad aspettarla.

Pietro: detto il Pirro. Dopo la partenza della Marcella e la cattura di Ettore, decide di partire per le montagne. Vive nella casa della zia e delle cugine, per via degli studi.

Laura e Augusto: sono fratello e sorella. Di Laura non viene accennato molto, mentre dell’Augusto viene descritto l’incidente che l’ ha portato alla perdita del braccio: viene investito da un’auto.

La narratrice (il nome non è segnato nel romanzo): è la più giovane, sorella di Etta. È alle prime prese con l’adolescenza, non è considerata dalle ragazze più grandi, soprattutto da sua sorella, perché ancora considerata una bambina. Cerca di assomigliare a loro per poi fare colpo su un ragazzo, ma alla fine dell’estate la sua cotta finisce e del ragazzo non vorrà avere più notizie.

¥ Genere del libro

Il romanzo fa parte del genere storico, infatti si descrivono gli anni del fascismo, delle brigate nere e, quindi, della “caccia” agli ebrei.
L’autrice ci vuole raccontare la brutta epoca che viene vissuta dai giovani, ognuno già con le proprie idee politiche, pronti a farle valere, iniziando dibattiti fra di loro per decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Registrati via email