Il nome della rosa di Umberto Eco


Guglielmo di Baskerville, frate-investigatore, è un personaggio costruito da Umberto Eco sul modello di Sherlock Holmes. Come i casi risolti del detective inglese sono narrati dal suo coinquilino e inseparabile amico Watson, la vicenda immaginata da Eco è vista attraverso gli occhi di Adso da Melk (l’assonanza Watson-Adso è evidente). Nella descrizione di Guglielmo dataci da Adso ritroviamo molti ammiccamenti ai romanzi di Conan Doyle (a cominciare dal nome del frate, derivato dall’opera di Doyle il mastino dei Baskerville, uno dei principali romanzi della serie dedicata a Sherlock Holmes) e molte tracce del ritratto di Holmes delineato da Watson, nascoste sotto il linguaggio che vuole ricreare l’orizzonte mentale e culturale del Medioevo.
Ci troviamo qui nel prologo de Il nome della rosa, in cui Adso (un novizio proveniente dal monastero benedettino di Melk, in Austria) presenta il personaggio di Guglielmo, prima dell’inizio del racconto vero e proprio.
Lo sfondo storico del romanzo è quello delle rivalità tra ordini religiosi, della lotta tra Papato e Impero, della caccia agli eretici. Il protagonista è Guglielmo di Baskerville, dotto francescano incaricato di una importante quanto imprecisata missione. Giunto in un’abbazia sui monti dell’Italia settentrionale, nel novembre del 1327, si trova ad assistere a una serie di ben sette orribili delitti. Accanto a lui, come scrivano e accompagnatore, c’è un novizio, Adso da Melk. All’abbazia è attesa anche una delegazione da Avignone, con una scorta armata, che si deve incontrare con una delegazione di francescani, messi sotto accusa per le loro posizioni sul tema della povertà della Chiesa.
Adso trova l’amore per una ragazza che si introduce di nascosto nell’abbazia. La ragazza e alcuni ex-eretici saranno scoperti dagli inquisitori che fanno parte della delegazione pontificia, torturati e condannati al rogo. I misteri dell’abbazia sembrano ruotare attorno alla imponente biblioteca del grande complesso religioso.
L’abilità di Guglielmo, costretto suo malgrado a trasformarsi anche in investigatore, verrà a capo dell’enigma ma non potrà impedire alla vicenda di volgere verso un drammatico epilogo.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email