Ominide 50 punti

Ho voglia di te

Nome dell'autore: Federico Moccia
Casa editrice: Feltrinelli
Luogo e anno di pubblicazione: Milano, settembre 2006

Trama

Il libro inizia con il ritorno a Roma di Step, che si era trasferito due anni prima negli Stati Uniti per dimenticare i dolori del passato. Di nuovo a casa, in sella alla sua moto per le strade di Roma, Step ritrova la banda dei suoi amici di un tempo, i Budokani. Step viene ospitato dal fratello Paolo, e grazie all'aiuto del padre, incomincia aa lavorare nel mondo dello spettacolo, dove si ritrova a lavorare con Ginevra (Gin), un'aspirante ballerina che diventa la sua ragazza. Si riavvicina alla madre, con cui aveva interrotto bruscamente i rapporti, e torna a frequentare l'amica Pallina, ma non riesce a dimenticare l'amata Babi, che sta per sposarsi. Step rincontrando Babi tradisce Gin e se ne pente amaramente, il giorno dopo va da lei in chiesa e le confessa tutto. Dopo qualche giorno Step va dalla madre in ospedale e scopre che Gin la conosceva. In quel giorno la madre muore. Step cerca di farsi perdonare così va a casa di Gin e le porta un bouquet di rose rosse con in mezzo una rosa bianca che solitamente si usa per chiedere perdono. La madre di Gin lo lascia entrare nella sua camera dove trova i diari personali di Gin e se li porta via con sé. Leggendoli scopre che Gin lo conosceva già da molto tempo e che il suo incontro tra lui e lei era tutto un piano di Gin. Al rientro di Gin la madre le consegna i fiori e il biglietto, ma dopo averlo letto si accorge della scomparsa dei diari. Si reca a casa di Step e glieli toglie di mano mentre lui li legge e se ne va. Il giorno dopo Step vede Gin tornare in macchina mentre canticchia qualcosa e le lascia scritto sul muro sotto casa sua: ho voglia di te.

Ambientazione: Roma nel 2004
Personaggi: Step, Gin, Babi, Raffaella, Claudio, madre di Step, padre di Step, Paolo.
Aspetti tecnici: Le vicende vengono raccontate principalmente da Step ma in alcuni capitoli la voce narrante varia. In alcuni capitoli la voce narrante è di Babi, Gin, Raffaella, Claudio, Daniela.
Aspetti stilistici: Stile semplice e diretto, scorrevole e pieno di dialoghi.
Messaggio: Credo che il messaggio sia che nulla è mai scontato e che in ognuno c'è la forza di ricominciare a sorridere al futuro.
Considerazioni personali: Questo libro mi è piaciuto moltissimo, mi ha coinvolto molto leggerlo. Credo che sia stato scritto in modo tale da coinvolgerti sempre più mentre lo leggi. Suggerisco la lettura del libro a chi ama i generi un po' romantici.

Registrati via email