Klige di Klige
Ominide 334 punti

Mille splendidi soli

Mille splendidi di Khaled Hosseini

Riassunto Mille Splendidi soli

Autore

Il romanzo Mille splendidi soli è stato scritto da Khaled Hosseini. Khaled Hosseini è nato a Kabul nel 1965, ultimo di cinque fratelli. Nel 1980, dopo l'arrivo dei russi, ha ottenuto asilo politico negli Stati Uniti, trasferendosi con la sua famiglia a San Josè, in California, dove vive tuttora. Laureato in medicina all'università di San Diego, ha scritto il suo primo romanzo nel 2003, Il cacciatore di aquiloni. Il suo secondo romanzo, Mille splendidi soli, che ha scritto nel 2007, ha ottenuto un successo straordinario, facendo di Hosseini uno degli scrittori contemporanei più apprezzati. Entrambi i libri sono diventati successivamente dei film.

Mille splendidi soli trama

In Mille splendidi soli, Mariam è una “harami“ poiché è una figlia illegittima nata da un ricco signore e dalla sua serva. Ammira molto il padre, infatti aspetta sempre con ansia che arrivi il giovedì per poterlo incontrare. Il giorno del suo compleanno suo padre le promette di portarla al cinema, ma non si presenta e allora Mariam si incammina verso Herat per andare da lui, ma non viene fatta entrare nella casa del padre. Costretta a tornare a casa, trova la madre impiccata e per questo viene ospitata nella casa del padre, che le trova un marito. L’uomo, Rashid, è un vedovo anziano che desidera avere un figlio e che Mariam è costretta a sposare.
Laila, invece, è una bambina molto istruita, che vive a Kabul con la madre Fariba e il padre Babi. Laila ha un rapporto di amicizia molto bello con Tariq che dopo qualche anno parte per l’Iran per scappare dalla guerra. Anche il padre di Laila vuole partire per la guerra, ma la loro casa viene bombardata e la sua famiglia muore, mentre lei si salva grazie all’intervento di Mariam e Rashid. Dopo le cure Rashid decide di sposare Laila per avere un figlio che Mariam non gli è riuscita a dare. Laila accetta di sposare Rashid perché scopre di essere incinta di Tariq, che le hanno fatto credere morto. Alla nascita della bambina, Rashid si comporta in maniera violenta, perché desiderava avere un figlio maschio. Dopo poco tempo Laila è di nuovo incinta, questa volta di un maschio, Zalmai, vero figlio di Rashid. Rashid è molto orgoglioso di suo figlio, e per permettersi i giochi per Zalmai costringe Laila a portare Aziza in un orfanotrofio. Un giorno, Laila, mentre tornava da una visita ad Aziza all'orfanotrofio, incontra Tariq. I due parlano molto, ma alla sera Zalmai racconta dell’incontro tra Laila e Tariq al padre che lo porta in camera e dopo cerca di uccidere Laila. Mariam, però, va a prendere una pala, gli da un colpo in testa e Rashid muore. All’inizio le due donne progettano di scappare insieme con i bambini e Tariq, ma in seguito Mariam decide di sacrificarsi. Così va a raccontare tutto alla polizia, che la condanna a morte. Laila, Tariq, Aziza e Zalmai scappano da Kabul. Dopo un po’ di tempo ci ritornano per aiutare gli abitanti e ristrutturare l’orfanotrofio in cui Laila aveva portato Aziza.

Personaggi Mille splendidi soli

Mariam: è la protagonista del libro Mille splendidi soli, insieme a Laila. È una harami, cioè una figlia illegittima nata da una relazione tra suo padre e una serva, e vive in una kolba isolata dal resto di Herat.
Nana: è la madre di Mariam ed era una serva di Jalil. Ripete sempre alla figlia che tutto quello che ha bisogno di imparare è la sopportazione.
Jalil: è il padre di Mariam, ha tre mogli legittime. È un uomo ricco ed elegante.
Laila: è una ragazza molto bella e istruita appartenente a una famiglia di benestante. È innamorata di Tariq ma è costretta a sposare Rashid.
Rashid: fa il calzolaio a Kabul e sposa Mariam e, in seguito sposa Laila. Il figlio che aveva avuto con la prima moglie, che era morta, era annegato nel lago mentre lui era ubriaco.

Tariq: è il migliore amico di Laila; ha perso una gamba su una mina antiuomo da piccolo.
Aziza: è la figlia di Laila e Tariq. Vuole molto bene a Mariam.
Zalmai: è il figlio di Laila e Rashid. È viziato e affezionato a suo padre.
Fariba: è la madre di Laila. Incontra in un primo momento Mariam durante i suoi primi giorni a Kabul. Ma Rashid vieta a Mariam di frequentarla.
Babi: è il padre di Laila. Babi è un uomo molto istruito, che insegnava all'università di Kabul.

Ambientazione

Il romanzo Mille splendidi soli è ambientato in Afghanistan, dapprima a Herat e poi a Kabul. I fatti narrati avvengono dagli anni ’70 fino al 2003, secondo un ordine cronologico. Il narratore è esterno e onnisciente. Ne Mille splendidi soli l'autore utilizza un linguaggio di registro medio, utilizza termini stranieri, in prevalenza i discorsi sono diretti e il ritmo narrativo è variabile. L’intenzione comunicativa è quella di far riflettere sulla condizione delle donne in Aghanistan durante i periodi di guerra di questo paese.

Registrati via email