La metamorfosi di Franz Kafka

Siamo nei primi momenti dell’allucinante vicenda di cui il protagonista di La metamorfosi si trova prigioniero. C’è da poco stato il celebre risveglio di Gregor Samsa trasformato in insetto. Gegor esce gradualmente dal dormiveglia, cercando di convincersi di essere in un brutto sogno e che tutto finirà per tornare alla normalità.
Per il momento la mente dell’uomo, che in cinque anni di lavoro non è mai stato assente un giorno, è ancora presa dalla dura vita di commesso viaggiatore, dalla preoccupazione per il treno perso e dal tentativo di prendere almeno quello delle sette, dalla paura del principale, persona inflessibile e senza cuore.
Nelle prime pagine del romanzo troviamo il protagonista di fronte ai primi problemi pratici della nuova sconvolgente condizione. L’illusione che tutto possa risolversi facilmente a poco a poco si dissolve e Gregor Samsa deve prendere atto dell’evidenza: l’incubo non svanisce ed egli deve imparare a controllare il suo nuovo corpo, a compiere i movimenti giusti con le sue esili zampine.

I ripetuti e gonfi tentativi di scendere dal letto si alternano però con quelli di tranquillizzare i familiari e la tensione per il sicuro arrivo di un controllo da parte della ditta in cui il commesso viaggiatore è impiegato. In Gregor convivono ancora pienamente le due forme: prova tutte le sensazioni del suo nuovo aspetto ed e ancora, psicologicamente, totalmente immerso nei suoi doveri. Nelle pagine successive, gli avvenimenti precipitano verso l’amaro finale.
Il lungo racconto La metamorfosi marra di Gregor Samsa, un irreprensibile commesso viaggiatore e principale sostegno economico della famiglia, che un giorno al risveglio dopo una notte inquieta scopre di essersi trasformato “in un enorme insetto immondo”, una specie di enorme scarafaggio.
Inizia per lui una vita umiliante, rinchiuso nella sua stanza. I familiari, sopraffatti dalla ripugnanza, lo evitano, e respingono brutalmente ogni suo tentativo di stabilire in qualche modo un rapporto di comprensione. Anzi, il padre un giorno lo colpisce scagliandogli contro una mela, che rimane conficcata nella schiena di Gregor. Nessuno curerà la ferita e dopo qualche tempo Gregor morirà. Il suo corpo verrà fatto scomparire, mentre la famiglia, sollevata, riprenderà la sua vita di sempre.

Registrati via email