Ominide 152 punti

"La Lupa" di Giovani Verga

Autore: Giovanni Verga
Titolo: La Lupa (vita dei campi)
Data di composizione: 1880
Genere: novella

1: Struttura del testo

A: la fabula e l’intreccio: coincidono perché le varie sequenze della novella sono legate fra loro sia temporalmente sia logicamente. All’interno di questo racconto non sono presenti variazioni narrative quali l’analessi o la prolessi.
Fabula:
- la Lupa era temuta da tutte le donne perché attirava con la sua bellezza i mariti.
- Maricchia, figlia della Lupa, soffriva perché temeva di non trovare uomo.
- la Lupa si innamora di Nanni, ma questo preferisce Maricchia e la sposa.
- la Lupa corteggia il genero e la figlia la accusa di volerle rubare il marito.
- Nanni, dopo essere stato tormentato, uccide la Lupa.

B: Sistema dei personaggi

La descrizione dei personaggi è determinata sia da caratteristiche fisiche sia ideologiche.
La protagonista è la Lupa, anche se il suo vero nome è Pina. La Lupa era alta e magra, aveva soltanto un seno fermo e vigoroso da bruna eppure non era più giovane, e sembrava che aveva la malaria addosso, era pallida e aveva delle labbra rosse e fresche.
I personaggi secondari:
- Nanni è il giovane che sposa Maricchia a che è corteggiato dalla Lupa, che ucciderà.
- Maricchia è la figlia della Lupa.
- il confessore di Nanni.
- Il brigadiere.

C: Spazio e tempo:

La novella è ambientata nella campagna siciliana, quindi i luoghi sono esterni e reale.
La descrizione degli ambienti è generica, ed è portata a termine dal narratore.
Nella novella Verga indica espressamente che la vicenda si svolge coincidente con il calendario agricolo: dalla semina al raccolto.

2: Narratore

-Il narratore coincide con l’autore.
-La narrazione avviene in terza persona.
-Il narratore è estraneo alla vicenda e si limita a registrare i fatti senza esprimere giudizi.

Registrati via email