Dreke90 di Dreke90
Genius 6795 punti

Calvino, Italo - Il visconte dimezzato (3)

La trama di “Il visconte dimezzato” narrazione di Italo Calvino, casa editrice Oscar Mondatori anno di pubblicazione 1952 costo 8.00 €.

Il visconte dimezzato narra le vicende del giovane Medardo di Terralba, che arruolandosi nell’esercito cristiano partecipa alla guerra contro gli infedeli in Boemia. Arriva in Boemia insieme allo scudiero Curzio per partecipare alla guerra contro i turchi ma durante la battaglia il visconte viene diviso in metà da una palla di canone. I medici di campo trovano una metà del visconte e pensando che l’altra fosse stata distrutta viene curato. Appena guarito il visconte ritorna a casa e si siede subito al trono ma appena prende potere tutti si accorgono che è tornata dalla guerra solo la parte cattiva del visconte la quale uccide l’uccello del padre che per il dolore muore,manda a Pratofungo, paese di lebbrosi, la vecchia balia Sebastiana, accusandola ingiustamente di essere malata di lebbra, condanna a morte decine di persone per reati banali o inesistenti,perseguita gli ugonotti per la loro religione e tenta di uccidere il nipote con funghi velenosi ma non gli riesce.

Tutto questo provoca la gente a chiamarlo il Gramo. Il visconte si innamora anche di una pastorella di nome Pamela,ma il suo rifiuto provoca gravi danni ai suoi genitori.
Nel frattempo il nipote va in giro con il dottore Trelawney per cimiteri alla ricerca di fuochi fatui,e ha anche contati con Sebastiana la vecchia balia.
Un giorno il piccolo è sulla riva che pesca quando mentre dorme si trova a faccia a faccia con l’altra metà del visconte il quale lo salva da un ragno che lo sta per mordere,questa metà viene chiamata il buono perché predicò dottrine per i poveri e i lebbrosi,chiede anche hai ugonotti di abbassare i prezzi dei prodotti. Ma alla fine anche il buono provoca danni come il Gramo.
Anche il visconte buono si innamora di Pamela la quale pero lo rifiuta.
Il Gramo ebbe un piano astuto per poter sposare Pamela decise di dire alla madre di essa che Pamela poteva sposare l’altra metà,però lui sapeva che di fronte alla legge avrebbe sposato Medardo di Terralba, cioè lui. Anche il Buono ebbe un piano, disse che lasciava la città, permettendo al Gramo di sposarla. Pamela allora andò da tutte e due le metà e disse che le avrebbe sposta.
Venne il giorno del matrimonio il Buono arrivo puntuale invece il Gramo arrivo in ritardo perché il suo cavallo si zoppo,quando arrivo vede il buono in procinto di sposare Pamela e quindi decide di sfidarlo a duello.
Durante il duello i due si ferisco dove erano stati divisi così che il dottore Trelawney decise di riattaccare le due parti cosi torno un unico visconte Medardo, che felice sposò Pamela.
Alla fine il nipote rimase a vivere al castello dopo che il suo amico dottore ritorno sulla nave inglese del capitano Cook.
Il libro pesante all’inizio perché descrive diverse uccisioni , ma migliora verso la fine portando a un epilogo felice della storia.
Lo scrittore tocca un tema che non è facile vedere sembra una normalissima storia fantasiosa e umoristica. Solo alla fine si comincia a capire che l’argomento reale e nascosto nel romanzo è “l’incompletezza dell’uomo”. Lo si capisce molto chiaramente quando le due metà si innamorano della stessa ragazza: i due mezzi uomini si sentono legati alla medesima persona. La parte centrale e basata molto sul ritorno e sulle vicende del visconte buono il quale pero riesce anche esso a farsi odiare perché la sua bontà è molto opprimente e alla fine l’autore riesce anche a tirare fuori una parte umoristica. Il libro è raccontato da un bambino che è il nipote del visconte il quale fa molte riflessioni anche se sono abbastanza personali in queste vengono rispecchiati alcuni pensieri degli altri personaggi. Queste riflessioni interiori, inoltre, stimolano l’attenzione del lettore e facilitano la comprensione dei fatti.

Registrati via email