Erectus 580 punti

Montgomery, Florence-Incompreso

Parla della storia di due bambini: Miles il più piccolo (4 anni) e Humphrey(7 anni) rimasti orfani della madre.
Il padre è più affezionato al più piccolo perché è più tranquillo più dolce e più delicato e non al maggiore che è più vivace...
Quando muore la madre Humphrey ne rimane addoloratissimo perché era l'unica persona che l'accettava per quello che era.
Il padre non sa di questo attaccamento del figlio maggiore alla madre e quindi pensa che sia un insensibile.
Humphrey e il fratellino sono affidati alla governante Virginie, anche lei attaccata di più a Miles, perché il padre è sempre fuori per affari.
Miles non si ricorda bene la madre come il fratello maggiore e vede in lui un vero ometto!
Lo stima e li vuole molto bene.
Humphrey gioca spesso con Miles in luoghi pericolosi per la salute del fratellino, infatti egli si ammala più volte e il maggiore viene punito e rimproverato dalla governante e dal padre.
Un giorno mentre i due stanno giocando su un albero il ramo si spezza...
Il padre saputa la notizia corre a casa pensando che Miles sia in fin di vita e di dover punire severamente Humphrey.
Scopre invece che quello in pericolo di vita è Humphrey.
Solo in quel momento parlando con il figlio riesce a capire i suoi veri sentimenti e si rende conto di aver sbagliato tutto con lui; capisce che lui era attaccato alla madre che si sentiva incompreso e pensava che nessuno lo amasse, che aveva paura non di morire ma che morisse Miles.
Il padre lo conforta dicendo che lui li voleva bene ma che non aveva mai capito i suoi veri sentimenti. Humphrey rifiuta le proposte del medico di provare a curarlo per non farlo morire subito e felicemente spira.
Commento: Questo libro mi è piaciuto moltissimo perché anche se è triste i suoi temi sono chiari e avvincenti e molto commoventi. Consiglio a tutti questo libro: bello ma tristissimo!

Registrati via email