Il grande futuro di Giuseppe Catozzella


Autore: Giuseppe Catozzella
Titolo: Il grande futuro
Casa editrice: Feltrinelli Editore
Luogo e data di pubblicazione: Grafica Veneta S.p.A. Trebaseleghe-PV / gennaio 2016
Genere letterario: Narrativa
Trama: In un villaggio di una piccola isola dell’Africa ci sono due amici inseparabili che condividono i loro progetti e i loro sogni. Su quest’ isola c’è la guerra, tra Neri e Esercito Regolare, guerrieri che combattono secondo il Corano. Alì è un ragazzino figlio di servi e il suo fidato compagno d’avventura è Ahmed, di cinque anni più grande, figlio di Said: il signore del villaggio. Un giorno mentre i due giocano, Alì viene colpito da una mina in petto, così si ritrova con parte di un cuore non suo. Da quel giorno non fu più Alì, ma divenne Amal(speranza).
Ahmed e Amal si giurano amicizia per sempre, condividendo la passione per il mare e la guerra, e dividendo l’amicizia con Karima.
Ma compiuti i diociotto anni Ahmed parte per arruolarsi nell’Esercito Regolare, tradendo il suo migliore amico. Anche il padre di Amal poco dopo partì, portando con sé un misterioso segreto. Amal rimase solo con la madre Fatima, chiedendo conforto e saggezza al mare. Esso gli rispose di recarsi alla Grande Moschea del deserto. Il ragazzo intraprende un lungo viaggio, da solo per il deserto e alcune volte viene accolto da qualche villaggio.
Amal arrivato nella grande moschea riceve un lunga educazione religiosa con riti di disciplina e diventò quari. Amal era pura preghiera, affrontò un lungo periodo di solitudine per trovare la profondità della sua anima.Ma ben presto scopre che con lui, nella moschea c’è il padre, Hassan che svela il suo segreto al figlio. Dopo un periodo di riflessione Amal decide di arruolarsi nei Neri con il supoporto di Ramaq (conosciuto in moschea). Amal diventa un vero e proprio guerriero un vero uomo. Dopo un attacco a dei bambini Amal si accorse di che persona era diventato, una persona che viveva per la morte, pianse dalla vergogna, e senza i suoi compagni di guerra se ne andò e fece un incontro con Omar, il più grande guerriero dell’esercito Regolare. Amal poco dopo si accorse che davanti a lui, aveva una persona più che familiare, aveva davanti il suo traditore, il suo vecchio amico, Ahmed. I due dall’ira litigarono ferocemente e Amal arrivò quasi ad ucciderlo. Quella sera, sopraffatto dai pensieri e dalla rabbia nella sua stanza mentre Marya dormiva, decide di bruciare il biglietto che conteneva il segreto di suo padre. E’ da quel momento che scopre tutta la verità grazie dal profumo con cui era stato bagnato il foglio. Quella notte Amal partì per il suo villaggio con Marya la sua sposa lasciando tutto, per costruire un nuovo futuro.
Luoghi: luoghi reali
Tematiche: guerra - amicizia
Messaggio: Cercare di spiegare con semplicità e intensità il tema della guerra attraverso l’esempio della vita di Alì
Giudizio personale: Questo libro è caratterizzato dalla semplicità ma allo stesso tempo da tanta intensità, profondità di concetti e da una grande umiltà che riescono a far capire tutte le condizioni di vita, la spiritualità interiore che c’è nei personaggi della storia. Ma soprattutto fa capire che bisogna essere di continuo alla ricerca della gioia interiore che c’è in ognuno, per trovare la pace nella propria vita come ha detto il vecchio iman ad Amal.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email