Ominide 30 punti

Lapierre, Dominique - Un dollaro mille chilometri

Autore: Dominique Lapierre
Titolo del libro: Un dollaro mille chilometri.
Editore: Net
Luogo e data di edizione: 2003; Milano
Genere del libro: Diario di viaggio

La vicenda è ambientata in Francia nel 1949. Dominique Lapierre è in liceale francese che sta per finire gli studi secondari della maturità del liceo condorcet. Con alcuni compagni di classe fece una scommessa: attraversare due continenti con solo diecimila franchi. Dominique partì per un lungo viaggio e per ricordare la sua avventura scrisse un diario del suo viaggio. La sua prima meta era il Messico; per arrivare dovette attraversare l’atlantico con una nave da crociera. Fece conversazione con alcuni dell’equipaggiamento e altra gente sulla nave. Fece un ultimo pasto a bordo fino a star male e per di più si riempì le tasche di arance, biscotti, fette di pane ecc. e così, con lo stomaco pieno, scese a terra. Arrivò in America. Decise di iniziare a guadagnarsi un po’ di soldi a New Orleans che era a novecento chilometri da dove avrebbe potuto raggiungere città del Messico. La corriera per New Orleans costava otto dollari e sessantaquattro. Arrivò a New Orleans. Trovò un lavoro come lavavetri per guadagnarsi un po’ di soldi in un grande convento di domenicane chiamato: ”Dominican College”. Finito il lavoro ricevette da una suora un biglietto da cinque dollari, il suo primo guadagno. Decise di andare al Times Picayune per farsi intervistare sulla sua avventura. Dominique decise di partire per la città del Messico e quindi trovò un passaggio da uno studente che ci andava in luna di miele. Arrivò a destinazione. Prima di partire per il suo viaggio visita piramidi, musei e fece delle escursioni, ecc.

Fece l’autostop per andare in Canada e finalmente un camioncino traballante lo portò fuori dal Texas ma lo lasciò li. Allora un signore decise di portarlo fino alla principale città dell’Arkansas dove trova una stanza per la notte a un dollaro. Fece ancora l’autostop e si fermò un camion rosso dove gli rubò le valigie. Allora Dominique andò dalla polizia ma non lo ascoltarono e quindi decise di andare a riprendersele. Va a Quebec dove si imbarca nella nave che si chiama ”Mont Alta” e decise di lavorare come marinaio. Finalmente la nave arrivò in Belgio dove risalì il fiume. Dominique guardò la nave per l’ultima volta dove ha trascorso ventidue giorni prese un taxi con settantacinque dove lo portò a casa in Francia. Finalmente era tornato

Dominique Lapierre con questo libro ci vuole comunicare che si può viaggiare per quasi tutto il mondo con pochi soldi in tasca, affidandosi alla generosità e alla disponibilità delle persone che lo circondano.

Registrati via email