Nunu91 di Nunu91
Ominide 50 punti

La storia di Oliver Twist


romanzo Oliver Twist di Dickens

Genere: Romanzo sociale

Trama di Oliver Twist: E' la tesa storia di un orfano prima segregato in un ospizio di mendicanti e poi messo a vivere tra ladri e prostitute. Tutto inizia in una cittadina dell’Inghilterra nel XIX secolo(presumibilmente), con una vagabonda che muore dando alla luce un bambino, il cui nome sarà Oliver Twist. Fino all’età di nove anni, il bambino, resta in orfanotrofio ma la fame e le continue punizioni lo spingono a fuggire. Arriva a Londra e fa casualmente conoscenza con un giovane che approfitta della sua ingenuità per introdurlo in una banda di ladruncoli capeggiata dall'ebreo Fagin. Un giorno i borsaioli derubano un vecchio gentiluomo, il signor Bronlow. Oliver fugge inorridito, ma, scambiato per il vero ladro, viene arrestato. Bronlow lo discolpa e lo ospita a casa sua, ma per ordine di Fagin, che aveva paura delle possibili rivelazioni che Oliver poteva fare, Sikes lo scassinatore e la sua amante Nancy riprendono il ragazzo. Così Oliver, costretto nuovamente a fare il ladro, partecipa ad un'impresa ladresca ma il colpo va male e Oliver è ferito ad una spalla da un colpo di pistola. Lo salvano la signora Maylie con la nipote adottiva Rose e grazie a loro il ragazzo ritrova fiducia e salute. Fagin intanto cerca Oliver insieme a Monks, un altro scagnozzo che sembra avere un odio particolare per il ragazzo. Nancy, che è sempre stata buona con Oliver, avverte Rose Maylie del complotto che Fagin sta tramando contro di lui. Il tradimento della ragazza viene scoperto, e Sikes la uccide. L'assassino, costretto a nascondersi, viene rintracciato e mentre tenta di fuggire rimane accidentalmente impiccato. Il signor Bronlow, saputa tutta la vicenda, fa arrestare Fagin e la sua banda e si scopre che Monks è il fratellastro di Oliver, ed è figlio illegittimo della sorella di Rose Maylie: Rose è quindi zia di Oliver. Il padre di Oliver, prima di morire, aveva lasciato del denaro a entrambi i figli e per questo motivo Monks avrebbe voluto togliere di mezzo il fratello per accaparrarsi tutta l’eredità. Ma questo non gli è stato possibile e Oliver venne adottato da Bronlow che lo educherà con l'affetto di un padre.

Spazio: L’autore precisa all’inizio del romanzo che non vuole indicare il nome della città in cui si svolge la storia, ma la descrive come una città qualunque con il suo ospizio di mendicità.Si intuisce però che si tratta di una città inglese. Oliver passa dall’orfanotrofio,alla casa dell’uomo che per primo lo ha preso con se, al rifugio di Fagin e la sua banda di ladri, alla casa del signor Bronlow e a quella della signorina Rose Mayle.

Tempo: Anche qui l’autore precisa all’inizio del romanzo che non vuole indicare alcuna data perché non avrebbe alcuna conseguenza pratica per chi legge. Però anche qui i può intuire secondo me che la storia dura circa un anno.


Lingua e stile: Charles Dickens è molto dettagliato nelle descrizione di persone e luoghi come se fosse lì davanti a loro ad osservali.Usa un linguaggio ricercato ma sempre molto comprensibile.

Personaggi di Oliver Twist


Oliver Twist: è un bambino di 9/10 anni dal viso piccolo e tenero che orfano dalla nascita vive fra ladri e fra persone ricche che lo aiutano a scappare da una sorte malvagia che lo vedrebbe come le ladro per le strade della città.Come dice dickens egli è un campione di umanità.

Sig. Browlow: è un vecchio signore che ospita Oliver per qualche giorno a casa propria quando era malato. Si dimostra gentile e premuroso nei confronti di Oliver e lo aiuta a smascherare i suoi nemici ladri.Alla fine adotterà Oliver che potrà capire il vero significato di famiglia.

Sig. Bumble: è un tipo grasso e irascibile, mazziere parrocchiale che utilizza metodi molto duri con i ragazzi insubordinati. In seguito si sposa con la signora Mann e diviene il proprietario di un ospizio perdendo la carica di mazziere parrocchiale.

Signora Mann: si occupò della crescita di Oliver fino all’età di nove anni nell’orfanotrofio con metodi molto duri e rigorosi.

Gamfield: spazzacamino che, bisognoso di denaro, vuole far diventare Oliver suo garzone per intascare il denaro offerto dalla parrocchia per chi adotta Oliver, però il giudice, capendo la natura aggressiva dell’uomo lo impedisce.

Sig. Soweberry: primo padrone di Oliver. Costruttore di bare ha un’ottima opinione di Oliver a differenza della moglie che lo costringerà a cacciare Oliver di casa.

Noah Claypole: garzone di Sowerberry che si prende gioco di Oliver.

Jack Dawkins: ragazzo avente il naso schiacciato e la fronte piatta. Indossa abiti da uomo molto lunghi e larghi e un cappello posto in testa. Fa conoscere ad Oliver Fagin ed è soprannominato dagli amici Trappolone.

Fagin: vecchi ebreo che porta Oliver nel giro del furto, è a capo di una banda di ladri.Alla fine viene impiccato.È descritto come un uomo duro dai capelli rossi.

Fang: è un magistrato di polizia molto crudele con gli imputati dal viso paffuto.

Signora Bedwin: come Browlow molto gentile e disponibile, le presta affettuose cure che lo portano alla guarigione.

Bill Sikes: socio di Fagin; è sempre in compagnia di un cane che maltratta spesso.Morirà impiccato nel tentativo di fuggire eil suo cane morirà nel tentativo di salvarlo.

Nancy: amante di Sikes che si dimostra affettuosa con Oliver prendendone le parti durante una lite. Viene uccisa da Sikes in un momento d’ira.

Signora Maylie: signora avanzata negli anni con aspetto nobile e autoritario, dimostra affetto nei confronti del povero Oliver.

Monks: fratellastro di Oliver che perseguita Oliver perchè lo crede il responsabile della morte del padre e vuole tutta per se l’eredità che il padre gli ha lasciato.

Rosa: accoglie Oliver in fin di vita nella casa della zia dove Oliver aveva tentato un furto.

Temi di Oliver Twist:I temi che affiorano in questo romanzo sono quelli dell’infanzia sofferente e dell’ingiustizia sociale.
Sotto accusa sono le condizioni dei poveri nella trionfante Inghilterra dell’ottocento, e un inno alla forza della volontà e della morale, alle ragioni di un individuo istintivamente rivolto al bene, che nulla e nessuno riuscirà mai a piegare.

Commento di Oliver Twist:Definirlo un romanzo strappalacrime forse è esagerato,ma la storia di Oliver Twist farebbe tenerezza perfino ad un cuore di pietra.Letto in edizione ridotta sembra una normale storiellina di un bambino orfano inglese che trova aiuto presso una buona famiglia, quasi perfetta, ma Oliver Twist è molto di più nasconde un messaggio dell’autore che a parer mio descrive il mondo di Oliver come un mondo non molto lontano da noi, quello a cui il romanzo ci riporta.Un mondo, sembra dirci l'autore, che può sempre riproporsi, magari sotto altre forme; e che perciò deve obbligarci a stare in guardia, a fare tutto il possibile perché nessun bambino al mondo debba mai più sopportare tutto quello che il piccolo Oliver è stato costretto a subire.In sintesi un bel libro pieno di sentimento, a parer mio.

A chi lo consiglieresti e perché: Come ho detto prima è un libro che farebbe tenerezza anche a un cuore di pietra e quindi lo consiglierei a tutti e i motivi sono sempre gli stessi per i quali ho espresso un parere positivo del libro.

La frase o la pagina più bella: Le prime righe del libro forse sono le più belle perché l’autore vuole precisare che si tratta di un romanzo che ha un significato che non si basa ne sul luogo dove si svolge ne quando si svolge.
“Fra gli edifici pubblici di una certa città, che per molte ragioni giova non menzionare e alla quale non darò neppure un nome immaginario, ve n’é uno da gran tempo comune a moltissime città grandi e piccole: l’ospizio di mendicità, e nell’ospizio di mendicità, in un giorno e in un anno che non serve rammentare-anche perché non ha alcuna conseguenza pratica per chi legge, almeno per ora- nacque il campione di umanità, del cui nome si adorna l’intestazione di questo capitolo.”

Registrati via email