Ominide 51 punti

Cavalleria rusticana

Compare Turiddu Macca, figlio della signora Nunzia, di famiglia povera, torna a casa sua, dopo aver terminato il servizio militare come bersagliere. Tipo originale, pudico e spavaldo allo stesso tempo, pensava di non esser abbandonato da Lola al suo ritorno.
La signora Lola è la figlia del fattore Angelo. All’inizio disdegna compare Turiddu poiché è promessa sposa e la gente, vedendoli parlare insieme potrebbe insospettirsi e raccontare tutto ad Alfio, uomo molto ricco che può vantare quattro bei muli con i quali si sposta per recarsi alle fiere e può regalarle molti ed enormi anelli d’oro. È legata quindi a colui che diverrà suo sposo da un rapporto di convenienza che eleverà la sua condizione sociale e a Turiddu da un rapporto di amore e gelosia.
Santa è la figlia del fattore Cola, il vignaiuolo, ancora più ricco di Alfio. Turiddu inizia a corteggiarla dopo il matrimonio di Lola, per suscitare la gelosia di quest’ultima. Santa riferirà ad Alfio del tradimento della moglie poiché anch’essa si sente tradita ed addolorata dal brusco cambiamento di Turiddu nei suoi confronti.

Alfio, al suo ritorno dalle fiere, viene sorpreso dalla notizia comunicatagli dalla signora Santa ed incredulo sfida a duello Turiddu con un rituale seguito alla lettera. Il duello si svolge a favore di Alfio che, accecando con una manciata di polvere compare Turiddu, con un comportamento non proprio cavalleresco lo finisce. I pensieri di Turiddu sono dapprima di pentimento, poi di desiderio di sopravvivenza, soprattutto per la vecchia madre alla quale aveva detto che sarebbe andato lontano in un presagio di morte.

Analisi
Verga titola la novella “Cavalleria Rusticana” perché la vicenda è caratterizzata da comportamenti e da rituali tipici del mondo cavalleresco in un ambiente rustico, di campagna.
La novella si basa sul concetto del simile che sfrutta il suo simile per il proprio tornaconto in una comunità nella quale chi non ha mai avuto niente vede nella “roba” la certezza del proprio riscatto, e la ricchezza tanto più importante quanto più formata da cose concrete che colpiscono la vita come gli anelli d’oro di Lola.
Alfio non esita a tradire Turiddu per affermare di nuovo la sua virilità ed il suo comportamento poco cavalleresco mostra quanto sia disposto a tutto. La vittoria ristabilirà l’equilibrio. Turiddu del resto non ha rispettato un valore sacro come quello del matrimonio, ha trasgredito l’ordine familiare, ha destabilizzato i valori di una società contadina.

Divisione in sequenze
1) Ritorno di Turiddu che prende conoscenza dall’imminente matrimonio di Lola;
2) Turiddu incontra Lola: l’addio;
3) Turiddu corteggia Santa per suscitare gelosia;
4) Alfio parte e Lola diventa così l’amante di Turiddu;
5) Alfio ritorna e Santa gli comunica il tradimento della moglie;
6) Decisione di un duello tra Alfio e Turiddu con rituale;
7) Turiddu saluta la madre perché andrà “lontano”;
8) Turiddu muore con un tradimento.

Registrati via email