Ominide 2890 punti

Casina di Plauto

Personaggi:
-Olimpione: fattore di Lisidamo
-Calino:scudiero di Lisidamo
-Pardalisca: ancella di Cleostrato
-Cleostrato: moglie di Lisidamo
-Mirrina: amica di Cleostrata, moglie di Alcesimo
-Lisidamo: vecchio (senex)
-Alcesimo: amico di Lisidamo
-Citrione: cuoco
-Un flautista
-Casina:serva di Lisidamo, contesa tra lui e il figlio
-Eutinico: figlio di Lisidamo e Cleostrata

Ambientazione greca
E’ una Palliate, pertanto è un’ambientazione greca.

Trama
Prologo. Sono salutati gli spettatori. La commedia viene introdotta e presentata come un’antica commedia, infatti i vecchi la conoscono già, e, inoltre viene aggiunto che questa ha ottenuto un successo superiore alle altre. Racconta di una vicenda accaduta sedici anni prima.
Lisidamo alle prime luci dell’alba vede una fanciulla, Casina, l’accoglie a casa e prega la moglie di accudirla e di istruirla. Quando ella cresce, sia il vecchio che il figlio se ne innamorano. Lisciamo istiga Olimpione perché la sposi, così da poterne “usufruire”, lo stesso fanno Cleostrata e Eutinico con Calino.

Olimpione dice a Calino che sposerà Casina e quando riuscirà a sposarla lo farà soffrire sia fisicamente sia psicologicamente.
Cleostrato si lamenta con Pardalisca del marito, che la umilia, e le dice che va a parlare con la vicina. Cleostrata si confessa con Mirrina, che le consiglia di non lamentarsi del marito perché la può cacciare fuori di casa. La scena è interrotta dall’arrivo di Lisidamo. Dopo una discussione Lisidamo e Cleostrata decidono di convocare il fattore e lo scudiero del marito. Cleostrato deve convincere Olimpione a cedere a Cosima e lo stesso deve fare Lisidamo con Calino.
Calino preferisce sposare Casina, piuttosto che essere un uomo libero, poiché da libero non avrebbe i soldi per mantenersi. Così Lisidamo spera che la moglie non abbia convinto Olimpione, in modo da poter sperare nella sorte, ma se anche quello che andrà male, egli si ucciderà.
Lisidamo scopre che Olimpione non si è fatto convincere da Cleostrata. Pertanto decide di sfidare la sorte pregando gli dei. Entrambi si affidano al sostegno e quest’ultimo sposerà casina e Cleostrata inizia a preparare il matrimonio. Calino è molto deluso.
Egli origlia una conversazione tra Olimpione e Lisidamo, nella quale i due si accordano per il matrimonio e per ciò che accadrà dopo. Nella parte finale del discorso Lisidamo racconta a Olimipione il suo piano: porterà a casa di Alcesimo Casina. L’abitazione sarà vuota, poiché Mirrina si troverà da Cleostrato per iutrala nei preparativi. Calino, avendo ascoltato ciò, decide di riportare queste informazioni a Cleostrata.
Cleostrata è irata perché venuta a conoscenza dei piani del marito. Cleostrata incontra Alcesimo, che la incita più volte ad andare a chiamare la moglie in modo da svuotare la casa, ma ella decideche non ha bisogno di sua moglie per l’organizzazione delle nozze. Alcesimo è in difficoltà.
Cleostrata dice al marito che il suo amico ha litigato con la moglie pertanto ella non ha il permesso di recarsi a casa loro. Esorta Lisidamo ad andare da Alcesino per invitare la moglie. I due, dopo una discussione causata dalle bugie di Cleostrata, si chiariscono.
Pardalisca per ordine di Cleostrata e Mirrina, racconta a Lisimaco che nella sia casa c’è Casina che vuole sia lui sia Olimpione, perché non vuole sposarlo. Olimpiade e Lisimaco invertono i ruoli. Quest’ultimo gli racconta ciò che sta accadendo nella propria abitazione.
L’ancella descrive la situazione di caos. Lidia,o dice che non correrà per accompagnare i due sposini. Olimpiade si lamenta della lentezza dei banchetti. Si sente aprire una porta: sta per arrivare Casina. I due, ottenuta Casina, vogliono andare a coricarsi con lei. Le tre donne decidono di andare a vedere che cosa accade nella casa vicina. Olimpione esce dall’abitazione sconvolto e vergognato poiché in un approccio amoroso ha scoperto che sotto l’abito nuziale non si trovava Casina, ma un uomo.
Anche il vecchio ha la stessa reazione di Olimpione. Non vuole incontrare la moglie, la quale lo chiama, ma lui finge di non aver sentito. Lisidamo è costretto a scusarsi con la moglie, che decide di persuaderlo.
In seguito si scoprirà che Casina è figlia di Alesino. Ella sposerà Eutinico, figlio di Lisidamo.

Registrati via email