Campo di battaglia di Stephen King


Renshaw, killer professionista, ha appena assassinato un fabbricante di giocattoli, la cui madre, geniale e vendicativa, è ben più pericolosa di quanto il suo aspetto lasci immaginare.
Nella prime righe si delinea la situazione iniziale: il ritorno dopo il delitto su commissione, la consegna di un pacco misterioso, la soddisfazione di chi pensa di avere svolto bene il proprio sporco lavoro e pregusta la lauta ricompensa.
L’armosfera iniziale è solare. Renshaw contempla dall’alto la città. Si sente un vincitore e la città gli appare come un territorio conquistato.
Ma, nell’epoca delle strategie commerciali, Ranshaw finirà vittima di un’offerta promozionale.
Il racconto di King si basa su di una serie di contrasti: tra il carattere normalmente innocuo dei giocattoli e la finzione vendicatrice che qui assumono, tra la sicurezza del protagonista e il suo sconcerto nel vedersi battuto da microscopi soldatini, tra la piccolezza delle armi e i loro devastanti effetti, tra la drammaticità della vicenda e la limitata estensione del campo di battaglia in cui si svolge (un qualsiasi appartamento di città), tra uno scenario familiare (la metropoli, la figura del gangster statunitense) e l’estremo realismo con cui è descritto il combattimento e, all’opposto, la natura irreale e paradossale dell’intera vicenda.
Il duello tra un Golia e tanti piccoli David è un altro punto di forza di questa storia, che contiene anche una premonizione: vista la miniaturizzazione di tutte le armi, non poteva mancare anche la microscopica bomba atomica, dal raggio d’azione limitato a un attico di grattacielo.
A differenza delle fiabe, in cui il lieto fine è d’obbligo, qui la conclusione della truculenta vicenda è drammatica. In compenso, la punizione del malvagio risponde ad un’esigenza morale, quella di recuperare la normalità dei rapporti sociali e di tranquillizzare i lettori circa l’esistenza, prima o poi, di una giustizia. Il male, nel mondo utopico della letteratura, non può trionfare.
Registrati via email