Troppo studio, pochi CFU: si può fare?

foto di troppo studio per pochi CFU

Troppe pagine da studiare per pochi CFU. Senza contare le lezioni da seguire e, magari, anche i laboratori da frequentare. Un carico di lavoro immenso rapportato a una manciata di crediti formativi. Quante volte vi siete trovati di fronte a questo ostacolo senza sapere che fare se non subire in silenzio e con la testa china sui libri universitari? Già, perchè il problema reale consiste nell'ignorare se il prof se ne sta approfittando oppure no. Eppure capirlo non è poi così difficile...

CFU CHE? - Ma partiamo dalle basi. Il Ministero dell'Istruzione, nel Decreto del 3 novembre 1999, n.509, specifica che "I CFU, i crediti formativi universitari, corrispondono alla misura del volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l'acquisizione di conoscenze ed abilità nelle attività formative previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio". Insomma, si tratta dei crediti che vengono assegnati dopo aver sostenuto un esame a seconda del carico di lavoro svolto e delle ore di lezione sostenute. La quantità di lavoro che ogni universitario dovrebbe svolgere in un anno accademico corrisponde convenzionalmente a 60 CFU.

LIBRI SU LIBRI - E fin qui niente da discutere. Eppure non sono pochi gli universitari che lamentano un eccessivo carico di studio rispetto ai crediti rilasciati da un esame. Per esempio, uno studente dell'Università Ca' Foscari ha scritto a Skuola.net lamentandosi proprio di questo problema. Infatti, sembrerebbe proprio che il prof di Diritto Internazionale dell'ateneo veneziano abbia esagerato nell'assegnare il carico di studio per il suo esame: un mese prima della prova ha assegnato un testo di 600 pagine in aggiunta a quelli da studiare per il giorno dell'appello e, per di più, senza averci speso una parola di spiegazione sopra. E l'esame è di soli 6 crediti. Troppo lavoro per pochi CFU?

CFU: COME SI CALCOLANO - Consideriamo che 1 CFU corrisponde a circa 25 ore di lavoro. Ne consegue che 6 CFU sono pari più o meno a 150 ore di preparazione, divise tra lezioni e studio individuale sui libri. Togliendo a queste il numero di ore di lezione seguite è facile capire se quelle che restano per lo studio a casa sono sufficienti a far fronte alla mole di lavoro assegnata dal prof.

COSA FARE SE IL PROF SI APPROFITTA - E se la risposta negativa? È sempre bene usare il buon senso ed evitare di intraprendere una guerra contro i mulini a vento se non ne vale la pena e, soprattutto, se è qualcosa che si può evitare. Anche perchè, alla fine, dovrete comunque affrontare il prof il giorno dell'esame. Se però si è davvero convinti che l'insegnante si stia approfittando del suo ruolo, ci si può rivolgere ai rappresentanti degli studenti. Saranno loro a dirvi esattamente come muovervi e a portare la vostra voce al Consiglio del corso di laurea.

>> Troppi libri da studiare? Almeno risparmia, scopri le offerte di Amazon sui libri universitari!

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta