Ominide 30 punti

Stile Cicerone

Norden osservò che la prosa di Cicerone si doveva anche sentire, godere con le orecchie (delectare il pubblico con il suono). Cicerone è solito mescolare gli stili in base alle circostanze.

Lessico
E' ricco, ma non ricchissimo:
* caldo, ricco di phatos --- coinvolgimento emotivo.
* ricerca di equilibrio e armonia.
* no ripetizioni.
* congiunzioni(connettivi logici) che subordinano i vari periodi secondo costruzione razionale.
* Compositio, posizione delle parole con scopo l’eufonia(evitare scontro voc-voc / cons-cons)

Sintassi
Prevale l’ipotassi(subordinate).
* periodo elaborato (fino 7°sub.), dall’architettura ampia e strutturata gerarchicamente --- concetto d’ordine come valore anche sociale.
* varietà delle scelte sintattiche in relazione alle diverse situazioni comunicative.

Figure retoriche
Sono molte, ma con equilibrio: domande retoriche, climax, personificazione, preterizione.
* Concinnitas, simmetria tra le parti. Es: parallelismo(cum tum).

Numerus
Il ritmo ottenuto facendo attenzione ai rapporti di quantità prosodica. L’inserzione casuale di un verso in un passo di prosa era considerato errore molto grave.
* clausola cretico, sequenza lunga-breve-lunga.
* ausiliare di solito segue il verbo(dicta est), ma se c’è una parola(est eleganter locutus).

Registrati via email