Ominide 978 punti

Svetonio, biografie.

-De viris illustribus. Si tratta di una serie di biografie 'per genere'. A noi restano purtroppo soltanto due capitoli, quello sui grammatici (con ventiquattro biografie) e quello dei retori (con sei). Da tradizioni indirette e riassunti abbiamo poi le vite di quattro poeti (Terenzio, Virgilio, Orazio e Lucano). Tali biografie seguono la stessa struttura usata per le biografie del 'De Vita Caesarum'.
-De Vita Caesarum. E' una raccolta di ben dodici biografie degli imperatori romani da Cesare a Domiziano raccolte in otto libri. La struttura di tali opere è fissa e comune a tutte.
Struttura: Ogni biografia inizia con alcuni cenni sulle origini (quindi su luogo e data di nascita), per poi passare all'insegnamento (e ai maestri che hanno reso il personaggio in questione degno di essere ricordato). Si passa poi agli interessi principali (quelli che oggi chiameremmo hobbies), alle opere e ai principali tratti del carattere (raccontati mediante divertenti aneddoti che riescono a far sentire il lettore quasi partecipe a tali eventi). Sono quindi, in un certo qual modo, dei succinti ritratti.

Nei Cesari poi, la narrazione avviene (per ogni biografia) in modo cronologico dalla nascita fino all'avvento al potere. Il resto dell'opera è poi diviso in rubriche e sotto rubriche, per poi tornare al cronologico solo verso la morte e le onoranze funebri. Vi sono inoltre frammenti episodici e rubriche su vitia e virtus, al fine di orientare il lettore in senso moralistico, secondo il punto di vista proprio del rango equestre.
Particolare è il fatto che, nelle sue biografie, Svetonio tenda a insistere sulla vita privata dei personaggi, come per mostrarli nella loro interezza, senza encomi e senza infamia.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email