Bargat di Bargat
Ominide 76 punti

De Providentia - De Brevitate Vitae - De Clementia/ De Beneficiis

Riassunto sulle opere di Seneca in breve

- De Providentia
In questo dialogo Seneca tratta del bene e del male per l'uomo e indaga un topos letterale romano: perché il male tocca sempre ai migliori e il bene ai peggiori. Seneca afferma che il male non è altro che una prova che serve a far esaltare le virtù del sapiens stoico.

- De Brevitate Vitae
Secondo Seneca non è la vita ad essere breve, ma è l'uomo a renderla tale, poiché si perde tra le varie distrazioni, le quali non lo fanno vivere degnamente, come se non avesse mai vissuto realmente. Dunque, sono le distrazioni a render poco intensa la vita dell'uomo.

- De Clementia e De Beneficiis
Opere politiche relative al rapporto tra imperatore e popolo. Nel primo si esalta la clemenza nei confronti dei sudditi, la quale l'imperatore deve avere. Il De Clementia è rivolto a Nerone che deve comportarsi in modo diverso dagli altri due imperatori. Era probabilmente suddiviso in tre libri, a noi ci è pervenuto il primo e l'inizio del secondo. Il testo è fondato sul principio che garantisce la salvaguardia del popolo. L'altra opera dedicata all'amico Ebuzio Liberale, suddivisa in sette libri, rientra nella visione dello stato senechiano. Il rapporto tra il princeps e il popolo si fonda sul beneficium in reciproco interesse, una generosità reciproca, il sovrano è generoso con il popolo che lo ricambia.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email