Ominide 2890 punti

Epistulae murales ad Lucilium

Sono 124 epistole in 20 libri, indirizzate all amicone condiscepolo lucillio. Sinota una raggijnta maturita spirituale ed espressiva, per cui dal punto di vista filosofico l opera piu espressiva. Sono un introduzione alla filosofia, che intesa come strumento per raggiungere la saggezza, che significa realizzare la virtù ed essere felici.
Il perscorso epistolare non e sistematico, ovvero non c e un sitema di pensiero organizzato ed articokato, ma e un percorso esistenziale. Senca si pone nei confronti di Lucillio con l atteggiameto di un interlocutore esperto che accompagna l amico nel suo persprcorso di conoscenza, nel suo cammino verso la perfezione i teriore. A partire da questa prospettiva prende le mosse una pacata e profonda medutazione su temi morali che testimonia una pratica quotidiana della filosofia. Questo spiega la presemza di fatti di attualità, di spunti presi dalla vita privata, come una visaita alle terme k un viaggio, perche anche episodi quotidiani permettono a Seneca di affrontare in un modo non sistematico i problemi della vita morale.

E epistole hanno unestensione diversa, fino ad arrivare al trattato. Pag 30
TEMI
Il rapporto con il tempo, la riflessione sulla mkrte che non deve essere temuta ma a cui ci si deve preparare, la centralita dell anima, la superiorita della vita riturata nell otium (quando Seneca scrive si e ritirato dalla vita politica e si muove nella propria coscienza individuale), compahnia di pochi amici, maestri di filosofia, la meditazione sulla comune natura umanache lo portaa esprimere paeole di comprensione nei confronti degli schiavi, la ricerca dell autosufficenza autarcheia, della serenità interiore, il tutto presentato in una sorta di dialogo a distanza con l amico, cosa che e soprattutto un esperienza di vita. I primi tre libri sono compatti nel prensetarsi come un lersorcorso di iniziazione alla filosofia. Man mano che lucillio evolve nella sua coscienza, il discorso di seneca si allarga e si articola a toccare temi diversi, di logica di dialettica.
Con tono pacato e ordiale di chi non si atteggia a maestro ma ricerca egli stesso la via della saggezza, una via non pienamente raggiungibile, seneca propone una vita impostata, vedi pag 32.
Seneca e amareggiato per il falliemnto di Nerone, vuole dare alti insegnamenti morsli pur nelle incertezze ed incoerenza che hanno caratterizzate la sua vita.


Il suo non e un pensiero originale, la sua etica e aristocratica e propone le tesi della filosofia stoica, anche se non mancano tratti del platonismo antico e persino del epicureismo. Certamente di impianto stoico è le tica, che fa leva sulla necessita dellla saggezza, sul valore della virtus e stoica e la concezione dell esisfenza dell anima derivante dall essere supremo. Lo stoicismo presumeva un panteismo immanentistico, ovvero la pfesenza di un prinsipio divino nella natura, l anima presenta una componente razione e una irrazinale, e dopo la morte, sopravvive fino alla conflagrazione universale prevista dallo stoicisml, un gigantesco incendio, e l anima si ricongiunge con l assoluto.

La presentazione della vjta che preneta seneca presenta una sensinilita nuova rispetto allo stoicismo tradiozionale, infatti per i cristiani e l'autore che piu si avvicina alla spiritualità cristiana.

Registrati via email