lau90 di lau90
Sapiens Sapiens 3444 punti

TERENZIO

La vita
Terenzio nacque nel 185 a.C. e fu schiavo del senatore Terenzio Lucano, da cui prese il nomen (Terentius) e forse anche il praenomen (Publius), mentre il cognome (Afer) rinvia alla sua terra d’origine. Terenzio nel Circolo degli Scipioni si formò dal punto di vista culturale e umano: qui apprese anche i segreti del latino. Partì per un viaggio in Grecia, forse per scrivere lontano dall’ambiente romano, ma non tornò più a Roma, infatti nel 159 a.C. morì o a causa di un naufragio o a causa di una malattia.

La commedia
Didascalia: in cui si indicava la data, l'occasione, il nome del protagonista...Servivaper dare delle informazioni generali sulla commedia
Prologo: veniva recitato da un personaggio particolare, e tramite questo si difende dalle accuse di contaminatio (aver fuso insieme più commedie) e di furtum (plagio) e rivendica la paternità delle sue opere

Cantica: sono quasi del tutto eliminati
Deverbia : sono molto importanti, perché erano commedie di pura horatio e statarie (di riflessione)
Metrica: per la maggior parte veniva usato il senario giambico e per il resto settenari e ottonari trocaici o giambici
Tempo: si svolge in due tempi (due giorni)
Luogo: tentativo di ampliamento della scena
Fabule: amori contrastati, equivoci ed inganni a cui seguiva un lieto fine
Intreccio: ricco e articolato, crea suspence
Anagnorisis (Agnizione): riconoscimento di un oggetto o una persona
Periochae: riassunti in versi
Lo spettatore: non è mai chiamato in causa

Personaggi
Suocera: persona dall’animo nobile e delicato, dimostra l’amore di una madre per il figlio
Cortigiana: pur costretta alla prostituzione è ricca di umanità e priva di volgarità, la più famosa è Bacchide
Servo: non ha più un ruolo importante come in Plauto e il suo ruolo varia da commedia a commedia

Registrati via email