ele91 di ele91
Ominide 51 punti

Terenzio, Publio Afro

Terenzio di soprannome Afro fu prigioniero di guerra e fu condotto a roma dove grazie alla sua bellezza e alla sua propensione per le lettere entrò a far parte della società altolocata romana. Si dedicò al teatro comico. Per lui la commedia è fatta sui piccoli drammi quotidiani della borghesia. In seguito venne accusato di usare la contaminatio, cioè venne accusato di plagio e di farsi scrivere le opere da altolocati romani. Quindi è costretto a cambiare le sue commedie quindi nel prologo della commedia è costretto a difendersi dalle accuse dicendo che anche gli altri usavano la contaminatio ( 1° accusa), dice infatti che anche gli altri come lui prendevano spunto da delle commedie greche ed è per questo che le sue opere parevano così simili alle altre. Per la seconda accusa in un altro prologo lui disse << ebbene che male c'è ad essere protetti dai più potenti di Roma>> facendo capire che chiunque si mettesse contro di lui si sarebbe messo anche contro i più potenti suoi protettori. È infatti da questo momento che nessuno lo accuserà più, ma anche i più potenti altolocati si stancarono di lui, così va in grecia dove si ammalerà, e dove morirà intono al 159.

Registrati via email