Genius 18666 punti

Plauto - Anfitrione
Breve Trama: il breve racconto narra la vicenda Anfitrione, eroe tebano, che si allontana da casa partendo per la guerra e lasciando la moglie in dolce attesa.
In sua assenza entrano in scena due divinità: Giove e Mercurio, trasformatisi rispettivamente in Anfitrione e il suo servo Sosia. Giove, infatti, desidera trascorrere una notte con Alcmena; in assenza del marito della donna, si trasforma in quest’ultimo dormendo per una lunga notte con lei.
Ma l’episodio che più colpisce è il diverbio, una volta tornati dalla guerra i veri Anfitrione e Sosia, che ha luogo tra Mercurio e quest’ultimo: entrambi conservano lo stesso aspetto, ma si nota anche come il vero Sosia si trovi spaesato al vedere un altro individuo uguale a lui fisicamente e caratterialmente che oltretutto conosce ogni minimo particolare della loro spedizione in guerra. Questa vicenda si svolge parallelamente all’altro diverbio che vede come protagonisti Alcmena e Anfitrione il quale si trova nelle stesse condizioni del suo servo, in quanto la moglie sostiene di aver trascorso la notte con lui, nonostante egli fosse in guerra.
Quando Anfitrione viene a conoscenza della vicenda di Sosia, rientrano in scena Giove e Mercurio che rendono noto alle vittime della beffa il reale svolgimento dei fatti. Anfitrione si deve così arrendere al volere degli dei ed è costretto ad accettare il figlio che è stato concepito nella notte che Giove e Alcmena hanno trascorso insieme.

Personaggi: in questo racconto non troviamo un protagonista vero e proprio, ma si possono individuare ben quattro personaggi principali. In primo luogo essi si dividono in quattro gruppi concatenati tra loro; il primo formato dalla divinità, quindi Mercurio e Giove, il secondo e il terzo rispettivamente da Sosia e Mercurio, i servi, e Anfitrione e Giove per poi finire con le due vittime della beffa Sosia e Anfitrione.
Mentre si riesce a dedurre poco della personalità di Giove che ha l’unico desideri di trascorrere una lunga note con la bella Alcmena e di quella di Anfitrione,, valoroso guerriero che si sottomette al valore divino, implicitamente sono descritti Sosia e Mercurio. I due, oltre che dall’aspetto, sono accomunati dalla comicità e dall’ironia. Mercurio, in particolare, ha la capacità di far mutare il comportamento del vero servo, rendendolo poco credibile anche a lui stesso. Sosia, infatti, arriva fino al punto di dubitare della sua vera identità.
Tuttavia, lo scambio di battute fra i due e il tono da essi usato determina una parte comica del racconto i contrapposizione al discorso tra Anfitrione e Alcmena in cui tutto è serio. Da ciò si può affermare che Sosia è un personaggio abbastanza dinamico, in quanto muta comportamento in base alla circostanza che gli si presenta. È anche capace di opporsi al padrone esplicitando le sue opinioni e le sue ragioni.

Al contrario Mercurio è un personaggio abbastanza statico: nonostante possa essere considerato dinamico perché può trasformarsi e mutare in tutti i suoi aspetti, per gran parte della storia tiene fede al suo dovere di coprire il padre a letto con Alcmena impedendo, poi attraverso la beffa, come si vedrà, a Sosia di entrare nella reggia.

Tematiche: senza dubbio il tema principale che viene affrontato è relativo alla divinità e alla sua importanza rispetto agli uomini: Mercurio e Giove, infatti, possono fare in modo che quest’ultimo possa esaudire il suo desiderio cioè di passare una notte con Alcmena, moglie di Anfitrione.
Si nota, nonostante sia l’unica commedia di Plauto in cui compaia la divinità, come quest’ultima sia superiore agli uomini che a lei devono sottomettersi.
Un altro tema che può essere individuato è quello tragicomico; tragico perché viene descritto il dolore di Alcmena, affranta per aver trascorso la notte con Giove credendolo il marito e comico per lo scambio di battute tra Mercurio e Sosia, il quale viene preso in giro dal primo e arriva fino a dubitare della sua vera identità.
Si può, infine, individuare un ultimo tema che è quello del guerriero e del suo valore: Alcmena, infatti, nel momento in cui viene a conoscenza dell’imminente partenza del marito, ella, sebbene afflitta, mette da parte il suo dolore per lasciare spazio al dovere del marito, soprattutto sapendo che questa missione gli offrirà solo onore.

Registrati via email