heavyr di heavyr
Ominide 50 punti

INTRODUZIONE STORICA RELATIVA A ‘500 E PRIMI ‘600

Quando Elisabetta I Tudor, figlia di Anna Bolena ed Enrico VIII, la quale unione portò allo scisma d’Inghilterra, salì al trono, la nazione usciva da un grande periodo di guerra civile, e per questo veniva considerato dal resto d’Europa una nazione rozza e incivile.
Elisabetta I pose fine a tutto questo:
Consolidò la monarchia risanando l’ alleanza con la piccola e media nobiltà.
Ripristinò la religione anglicana e l’ autonomia della chiesa d’ Inghilterra da quella di Roma, attirando nel suo regno gran parte dei non cattolici che venivano perseguitate nel loro paese.
Sviluppò l’ economia, promuovendo l’ agricoltura e l’ industria tessile e navale, e quest’ ultima si espanse così tanto che la flotta inglese sconfisse la terribile Invincibile Armata Spagnola. Grazie a questa vittoria l’ Inghilterra riacquistò lo splendore che in passato aveva perso.
Lo sviluppo economico, la politica liberale, determinarono la grande fioritura della cultura che si espanse in tutta l’ isola Britannica. Infatti Elisabetta I amava il rinascimento italiano, l’arte, la musica e lo splendore all’ interno delle corti.

IL TEATRO STABILE E LE SUE CARATTERISTICHE

Il primo teatro pubblico in Inghilterra fu il The Theater. I primi teatri, era costruito in legno.
A un lato c’ era il palco scenico rialzato. I palchetti, si trovavano al lato del palco scenico, usata per le scene esterne. Sopra il palco c’era la galleria che serviva a svariati usi, tra quello di fare da finestra per apparizioni improvvise. La scenografia, ridotta al minimo, era segnalata da cartelli indicatori, quindi il pubblico doveva immaginarsi l’ambiente. Gli spettatori più poveri stavano in piedi, e i più benestanti in tribune poste intorno alle strutture. La cosa più significativa era che le donne non potevano recitare. Gli attori erano raccolte in compagnie, in continua lotta fra loro, guidate da un capocomico e le persone che interpretavano ruoli secondari venivano cambiati di volta in volta.

SHAKESPEARE: VITA E OPERE

William Shakespeare (1564-1616), è stato il più grande scrittore di opere di teatro di tutti i tempi. Egli scrisse opere storiche, commedie, drammi. I suoi personaggi, sono spesso investiti da amore, odio vendetta, e molti altri sentimenti molto profondi. Le sue opere principali(romeo e Giulietta,omleto ed Enrico VIII) lo fecero divenire così ricco che divenne comproprietario del Globe.


COME NASCE IL TEATRO IN INGHILTERRA E COME SI SVILUPPA

Nel medioevo i buffoni animavano le feste nelle corti, commissionati dai sovrani, molto spesso le loro opere prendevano in giro personaggi famosi, o interpretavano delle scene d’ amore, ma soprattutto commedie. Più avanti, questi buffoni di corte divennero dei veri e propri attori, che si riunivano in compagnie. Questo nuova forma d’ arte si chiamò teatro, che ebbe poi sede fissa con i teatri pubblici.
La regina Elisabetta I Tudor, diede grande sviluppo a questa forma d’arte. Le interpretazioni erano a pagamento e le donne non potevano recitare, prendendo spunto dal teatro italiano.

Registrati via email