sbardy di sbardy
Admin 22784 punti

Romeo e Giulietta: analisi

Ambientazione: La tragedia ha luogo in Verona e Mantova (V Atto). suddivisione in atti: Tragedia in 5 atti

* Atto 1°: 5 scene
* Atto 2°: 6 scene
* Atto 3°: 5 scene
* Atto 4°: 5 scene
* Atto 5°: 3 scene

Origine della vicenda: Il primo a trasferire da Siena a Verona l'episodio, attribuendogli origini storiche, fu Luigi da Porto (1445-1529) nella sua lunga novella Giulietta e Romeo, composta nel 1524.
Trama: Il titolo della tragedia in cinque atti in versi e in prosa di William Shakespeare (1564-1616) è Romeo e Giulietta, scritta secondo alcuni nel 1591,secondo altri circa il 1595, pubblicata nel 1599. I Montecchi e i Capuleti, le due principali famiglie di Verona, sono nemiche. Romeo, figlio del vecchio Montecchi, partecipa, mascherato, ad una festa in casa dei Capuleti, e mentre prima si credeva innamorato di Rosalina, ora scopre quel che sia la vera passione alla vista di Giulietta; dopo la festa, in cui i giovani si sono incontrati accendendosi di reciproco amore, Romeo, stando sotto la finestra di Giulietta, la ode confessare di notte il suo amore per lui, e ottiene il suo consenso ad un matrimonio segreto. Con l'aiuto di fra Lorenzo si sposarono il giorno seguente. Mercuzio, amico di Romeo, incontra Tebaldo, nipote di Madonna Capuleti, furente per aver scoperto la presenza di Romeo alla festa :i due litigano. Romeo interviene e alla sfida di Tebaldo risponde con parole che adombrano il nuovo vincolo di parentela, e rifiuta di battersi. Mercuzio s'indigna di tanta sottomissione e trae la spada; invano Romeo cerca di separare i contendenti; ottiene solo di offrire Tebaldo il destro di colpire Mercuzio a morte. Allora anche Romeo è trascinato a combattere e uccide tebaldo. Perciò egli è condannato al bando, e il giorno seguente, dopo aver passato la notte con Giulietta, lascia Verona per Mantova, esortato dal frate, che intende rendere di pubblica ragione il suo matrimonio al momento opportuno. Giulietta, forzata dal padre a sposare il conte Paride e consigliata a farlo perfino dalla nutrice che prima aveva favorito la sua unione con Romeo, si lascia convincere da fra Lorenzo ad acconsentire, ma, la vigilia delle nozze, berrà un narcotico, che le farà sembrar morta per quaranta ore; il frate stesso penserà ad avvisare Romeo, che libererà dal sepolcro al suo risveglio e la condurrà a Mantova. Giulietta mette in opera il consiglio. Ma il messaggio non giunge a Romeo, perché il frate che doveva consegnarlo è trattenuto per sospetto di contagio; gli giunge invece la notizia della morte di Giulietta. Egli acquista da uno sciagurato speziale un potente veleno, e si reca al sepolcro per veder l'amata un'ultima volta; sull'ingresso, s'imbatte in Paride e lo uccide in combattimento. Quindi Romeo, dopo aver baciato Giulietta per l'ultima volta, beve il veleno. Giulietta si sveglia, trova Romeo morto, con la coppa ancora in mano. Si rende conto dell'accaduto, e si pugnala. Questa tragica fine è narrata dal frate, e i capi delle due famiglie avverse, commossi dalla catastrofe provocata dalla loro inimicizia, si riconciliano. E' stato parecchie volte notato dai critici come questa non sia una tragedia dello Shakespeare, in quanto che essa non sgorga dai caratteri, ma ha dovuto ad una fortuita combinazione di circostanze esterne. Tuttavia la concezione di shakespeare risulta tragica dalle stesse immagini che adopera. Di tutto il teatro shakespeariano, Romeo e Giulietta è l'opera più ricca d'ardita metafore; nei discorsi di Romeo, piu ancora che nei sonetti di shakespeare, troviamo l'influsso convenzionale dei precursori del secentismo. Ma l'artificialità, anziché rimanere solo amena decorazione, non fa che conferire un accento più patetico all'umana vicenda .Il dramma è, tra quelli di Shakespeare, forse il più diffuso e popolare, e numerosissime ne sono le imitazioni e le derivazioni in tutte le lingue.

I Personaggi:

* Escalo Della Scala, principe di Verona.
* Paride, giovane gentiluomo, parente del principe.
* Montecchi e Capuleti: capi delle due famiglie rivali.
* Lo zio dei Capuleti.
* Romeo, figlio di Montecchi.
* Mercuzio, parente del principe, amico di Romeo.
* Benvolto, nipote di Montecchi, amico di Romeo.
* Fra Lorenzo, francescano.
* Fra Giovanni, dello stesso ordine.
* Baldassarre, servo di Romeo.
* Tebaldo, nipote di Madonna Capuleti.
* Un Vecchio, della famiglia Capuleti.
* Sansone, servo di Capuleti.
* Gregorio, servo di Capuleti.
* Pietro, servo della nutrice di Giulietta.
* Abramo, servo di Montecchi.
* Un farmacista.
* Tre musici.
* Un paggio di Mercuzio; un paggio di Paride; un altro paggio; un ufficiale.
* Madonna Montecchi, moglie di Montecchi.
* Madonna Capuleti, moglie di Capuleti.
* Giulietta, figlia di Capuleti.
* La nutrice di Giulietta.
* Cittadini di Verona; parenti maschi e femmine di entrambe le case; maschere, guardie, custodi, servi, vigili e persone del seguito.
* Coro.

Registrati via email