Onore nella società greca

I significati che si danno attualmente alla parola italiana "onore" sono: buona reputazione, prestigio di cui si gode grazie ai propri meriti e alle proprie capacità o in rapporto ai valori etici e sociali dominanti. Possiamo riconoscere questi significati anche nel linguaggio e nella mentalità della Grecia arcaica. Al verso 175 del libro 1 dell'Iliade (scontro tra Achille e Agamennone), Agamennone usa la parola onore nel senso di tributo di omaggio; e così anche Achille al verso 171 quando dice di considerarsi disonorato perché privato di quel tributo che è la dimostrazione concreta di essere stimato. Da qui possiamo capire che l'onore è una cosa importantissima nella società greca antica. L'onore per gli antichi Greci coincide con qualcosa di molto concreto, tangibile: è il possesso di un bene che viene dato pubblicamente come riconoscimento del ruolo svolto. Per Achille è il riconoscimento del suo contributo dato in battaglia; per Agamennone l'omaggio dovuto alla sua condizione di potere, di uomo che comanda ad altri esercitando un'autorità che ha origine divina. Ma nella prospettiva di Achille i privilegi che il sovrano si attribuisce non altro che abusi, segni di arroganza da parte sua e di viltà da parte dei sudditi che non si ribellano a queste prepotenze.

Registrati via email