Iliade e ciclo troiano

Il racconto della guerra di Troia non si esaurisce nell'Iliade. Il poema più famoso sulla guerra di Troia racconta solo pochi giorni cruciali del nono anno di questo conflitto decennale: nel racconto si allude a volte alle cause e alle conseguenze disastrose che ne verranno, per i Troiani e successivamente per i Greci, ma tutte queste vicende vengono date per note e non sono narrate direttamente. Gli episodi del cavallo di legno e dell'incendio della città sono citati nell'Odissea, ma non solo. Sappiamo che tra
l' VII e il VI secolo a.C. furono scritti molti poemi, ora perduti, che riportavano altri antichissimi racconti relativi alla leggenda di Troia. i Canti Ciprii raccontavano per esteso gli antefatti della guerra: la mela della discordia, il giudizio di Pariide, la spedizione achea, il sacrificio di Ifigenia nel porto di Aulide.
L' Etiopide narrava ciò che successe dopo la morte di Ettore: i Troiani si allearono con il popolo delle Amazzoni e con gli Etiopi, ma Achille uccise sia la regina delle Amazzoni, sia il re degli Etiopi. La conquista della città con l'inganno del cavallo era narrata dal poema "La distruzione di Ilio", in cui si trovava anche la figura di Laocoonte, il sacerdote troiano che pagò con la morte la sua opposizione all'ingresso del cavallo nelle mura, episodio che fu poi ripreso da Virgilio. Nell' Ilioupersis (la caduta di Troia) si narrava anche della violenza a Cassandra nel tempio di Atena durante l'incendio della città e l'eccidio dei Troiani. Da queste poche notizie si comprende che l'antichissima leggenda di Troia non coincide con l' Iliade che fu narrata con varianti nel tempo e nello spazio, che fu materia delle grandi tragedie dei secoli VI e V a.C. e di tante altre opere letterarie e artistiche, contemporanee e successive all' Iliade. La storia affascinante della guerra di Troia era fondamentalmente per la cultura greca.

Registrati via email