Ominide 139 punti

Fino alla fine del IV secolo a.C. La Grecia ed i territori vicini ad essa sono frammentati in diversi stati. In ognuno di essi viene parlato un dialetto diverso.

I diversi dialetti sono:


    -ionico-attico, usato in Attica, nelle Cicladi, in Eubea ed in parte della costa della penisola anatolica;
    -eolico, parlato nella parte settentrionale della costa della penisola anatolica e in Beozia e Tessaglia, nell'isola di Lesbo;
    dorico e dialetti nord-occidentali, il dorico veniva parlato a Creta, in alcune isole quali Rodi, Cos e Tera, e nel Peloponneso. Inoltre era parlato in alcune delle colonie principali della Magna Grecia e della Sicilia; i dialetti nord-occidentali erano uinvece sati in Etolia, Epiro, Locride, Acarnania e Focide;
    -arcadico-cipriota, era usato nell'Arcadia (regione centrale del Peloponneso) e nell'isola di Cipro;
    -panfilio veniva parlato nella regione della Panfilia, attorno all'attuale golfo di Antalya.
.

La "lingua greca" che viene attualmente studiata nelle scuole è l'attico del V-IV secolo a.C.

Koiné dialektos

Nella seconda metà del IV secolo a.C. Filippo di Macedonia conquista tutta la Grecia. Intanto il figlio Alessandro Magno riesce a sottomettere l'Impero persiano. Dopo la sua morte nacquero in tutto il regno una serie di regni assoluti. Fu l'inizio della cosiddetta età ellenistica. Si fece sentire a questo punto l'esigenza di utilizzare una lingua comune a tutti: nacque allora la koinè diàlektos, che divenne la lingua internazionale dell'Oriente mediterraneo e tale rimase anche dopo la conquista romana.

Hai bisogno di aiuto in Letteratura Greca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email