Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Rimbaud, Arthur - Vocali

Appunto con il testo originale in francese, la traduzione e la parafrasi della poesia di Arthur Rimbaud, Vocali

E io lo dico a Skuola.net
Vocali
Testo originale
A noir, E blanc, I rouge, U vert, O bleu : voyelles,
Je dirai quelque jour vos naissances latentes :
A, noir corset velu des mouches éclatantes
Qui bombinent autour des puanteurs cruelles,

Golfes d'ombre ; E, candeur des vapeurs et des tentes,
Lances des glaciers fiers, rois blancs, frissons d'ombelles ;
I, pourpres, sang craché, rire des lèvres belles
Dans la colère ou les ivresses pénitentes ;

U, cycles, vibrements divins des mers virides,
Paix des pâtis semés d'animaux, paix des rides
Que l'alchimie imprime aux grands fronts studieux ;

O, suprême Clairon plein des strideurs étranges,
Silence traversés des Mondes et des Anges :
- O l'Oméga, rayon violet de Ses Yeux ! -


Traduzione:
A nera, E bianca, I rossa, U verde, O blu: vocali,
Io dirò un giorno le vostre nascite latenti:
A, nero corsetto villoso di mosche splendenti
Che ronzano intorno a crudeli fetori,

Golfi d'ombra; E, candori di vapori e tende,
Lance di fieri ghiacciai, bianchi re, brividi d'umbelle;
I, porpora, sangue sputato, risata di belle labbra
Nella collera o nelle ubriachezze penitenti;

U, cicli, vibrazioni divine dei verdi mari,
Pace di pascoli seminati d'animali, pace di rughe
Che l'alchimia imprime nelle ampie fronti studiose;

O, suprema Tromba piena di strani stridori,
Silenzi attraversati da Angeli e Mondi:
- O l'Omega, raggio viola dei suoi Occhi!

Parafrasi
A nera, E bianca, I rossa, U verde, O blu:
vocali, io racconterò un giorno le vostre origini nascoste:
la A è come il busto nero e ispido delle mosche che ronzano vicino ai cadaveri che puzzano,
golfi bui; la E è come il bianco del vapore e delle tende, dei ghiacciai che assomigliano a lance, come bianchi re, fiori (umbelle) che dondolano (brividi)

La I è come il sangue e gli sputi, il sorriso delle labbra belle che si pentono dopo essere state arrabbiate o essersi divertite

La U è come dei brividi divini di mari verdi, cicli, la quiete degli animali al pascolo, come la pace che trasmettono le rughe serene sulla fronte di uno studioso.

La O è come la tromba del giudizio universale, piena di strani stridori, come i silenzi che solo gli angeli e i pianeti conoscono:
la O, l'Omega, è come il raggio violetto dello sguardo di Dio!
Registrati via email