Sbocchi lavorativi lauree area linguistica

Cristina Montini
Di Cristina Montini

sbocchi lavorativi lauree area linguistica

Prospettive occupazionali - Sebbene l'apprendimento delle lingue sia considerato un fattore fondamentale per affrontare il mondo del lavoro, i laureati di questo gruppo hanno delle difficoltà nella ricerca del lavoro, in particolare nel Sud d'Italia, mentre al centro le difficoltà risultano in linea con la media degli altri gruppi di laurea. Al Nord, al contrario, questi laureati non appaiono particolarmente penalizzati.
Nel complesso circa un terzo dei laureati non riesce a trovare un lavoro stabile nell'arco dei tre anni successivi la laurea. E nel 2007 a fronte degli 8.800 laureati i posti di lavoro disponibili erano solo 5.600.

Sbocchi professionali - Oltre alle professioni tradizionali come insegnante di lingue, professore di scuola media superiore, interprete, traduttore, negli ultimi anni si stanno aprendo nuovi sbocchi come la figura di operatore commerciale estero a causa della crescente internazionalizzazione delle imprese italiane. I posti disponibili nell'industria e nei servizi comunque sono scarsi e viene data molta importanza al grado di esperienza professionale accumulata.
É in Sicilia, Emilia Romagna e Lombardia che c'è la maggiore propensione ad assumere questi laureati, anche con scarsa esperienza professionale.

Indice di gradimento - Il grado di soddisfazione non è generalmente elevato, in particolare per quanto riguarda la possibilità di carriera.

Liberamente tratto dal Progetto Virgilio “Lauree che valgono un lavoro - V Edizione

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta