Cerchi lavoro? Ecco come trovarlo con i Big Data

big dive

Il mondo del lavoro, qualsiasi professione tu voglia intraprendere, diventa sempre più competitivo. Bisogna quindi cercare di acquisire delle specializzazioni che ti permettano di sbaragliare la concorrenza. Tra quelle certamente più richieste, e che potrebbero fare la differenza durante un colloquio di lavoro, c’è il saper raccogliere, elaborare e analizzare i Big Data. Il termine, fino a qualche anno fa sconosciuto ma ora decisamente inflazionato, è usato per descrivere un insieme di dati così esteso a livello di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi di analisi specifici per estrarre un valore finale. Ma quali sono le professioni che hanno bisogno di queste competenze? Eccone alcune!

Informatico


È certamente la figura professionale tra le più ‘legate’ al mondo dei Big Data. La richiesta di informatici da parte delle aziende è molto alta ma altrettanto lo è la concorrenza. Se quindi sei certo che la tua strada è quella dell’informatica e vuoi a tutti i costi lavorare in questo campo, il suggerimento è di acquisire conoscenze riguardanti la raccolta, l’elaborazione e l’analisi dei Big Data.

Finanza


Quando si parla di finanza inevitabilmente si parla di numeri, e quando si fa riferimento ai numeri è impossibile non pensare ai dati. Al pari degli informatici, anche gli addetti del mondo della Finanza necessariamente devono fare i conti, è proprio il caso di dirlo, con i Big Data. Impossibile pensare di lavorare in questo campo e non avere le giuste competenze e conoscenze per analizzare grandi e complessi flussi di dati. Quindi cosa aggiungere di più? Il mondo della finanza richiede necessariamente competenze con i Big Data!

Marketing


Chi lavora in questo ambito sa bene che senza una conoscenza dei Big Data non è facile fare una brillante figura ad un colloquio! Se siete quindi appassionati di marketing, sappiate che la raccolta e l’analisi di enormi insiemi di dati è fondamentale per un’azienda che vuole, attraverso il marketing, avvicinare utenti e o clienti.

Giornalismo


Chi lo ha detto che i Big Data riguardano solo professioni che hanno a che fare con la ‘scienza’? La dimostrazione che questo pensiero non è affatto vero sta in una sola parola: giornalismo. Si, avete capito bene: anche chi lavora in questo settore si è dovuto avvicinare al mondo dei Big Data. Aver competenze in questo ambito quindi, potrebbe essere un fattore determinante per essere assunti!

Big data e formazione


Vista quindi l’importanza dei Big Data in molte professioni, è opportuno acquisire le conoscenze necessarie per saperli ‘governare’. Utile quindi iscriversi a dei corsi, come quello organizzato dal Consorzio TOP-IX, in collaborazione con la fondazione ISI, ToDo e Axant.it, che dal 19 giugno al 21 luglio organizza la sesta edizione di BIG DIVE. Si tratta di un programma di formazione di 5 settimane, che come scopo quello di potenziare le competenze tecniche necessarie per immergersi nell’universo dei Big Data, estrarre valore e generare impatto sociale ed economico. Per le iscrizioni a BIG DIVE c’è tempo fino al 14 maggio per quanto riguarda la formula standard price, per usufruire dell’early price invece la scadenza è fissata al 31 marzo.

Vuoi sviluppare competenze nei big data e trovare più facilmente lavoro? Scopri di più su Big Dive >>>

Commenti
Skuola | TV
Non perdere l'ultima puntata della stagione!

Anche la Skuola Tv va in vacanza. Mercoledì prossimo infatti, ci sarà l'ultima puntata...tranquillo perchè dopo l'estate torneremo!

28 giugno 2017 ore 16:30

Segui la diretta