Zaidon di Zaidon
Ominide 320 punti

Le Subordinate temporali

Esempio: Quando tutti dormono, finalmente posso pensare un poco a me stessa.

Quando tutti dormono è una subordinata temporale.
La proposizione temporale indica la circostanza di tempo in cui avviene, avverrà o è avvenuto il fatto espresso nella reggente. Essa ha nel periodo la stessa funzione che un complemento di tempo (determinato o continuato) ha nella frase semplice e risponde alle domande: quando?, per quanto tempo?
La subordinata temporale può essere:

- Esplicita, quando è introdotta da congiunzioni o da locuzioni temporali come quando, mentre, allorché, prima che, dopo che, ogni volta che, non appena che.
Generalmente ha il verbo all'indicativo (Non parlare mentre mangi) ma, con alcune locuzioni, anche al congiuntivo: Vorrei usarlo almeno una volta, prima che si rompa;

- Implicita, quando è espressa con il gerundio oppure con l'infinito preceduto da in, su (di uso letterario), prima di, dopo (di): Correndo, è inciampato ed è caduto; Rifletti, prima di dare giudizi affrettati; Sono giunti sul far della sera.

La subordinata temporale può essere espressa anche con il participio passato: Ascoltato il messaggio, uscì subito. Seperò il soggetto della reggente e quello della subordinata non coincidono , è necessario esplicitare il soggetto di quest'ultima: Conclusa la riunione, Maria preferì evitare i commenti con i colleghi.

Registrati via email