Ominide 25 punti

Le Preposizioni Subordinate

Subordinata soggettiva. Funge da soggetto della proposizione reggente, ed è introdotta da forme verbali impersonali.
Forma esplicita: che + indicativo o congiuntivo
Forma implicita: (di) + infinito

Subordinata oggettiva. Funge da complemento oggetto della proposizione reggente.
Forma esplicita: che + indicativo o congiuntivo
Forma implicita: (di) + infinito

Subordinata relativa. Si collega alla reggente attraverso un pronome relativo. Può essere propria (ha valore attributivo o appositivo) o impropria (ha valore di un'altra subordinata, come temporale, finale, causale, consecutiva, concessiva, condizionale).
Forma esplicita: pronome relativo + indicativo, congiuntivo, condizionale
Forma implicita: participio presente o passato.

Subordinata finale. Indica lo scopo per cui si compie l'azione della reggente.

Forma esplicita: perché, affinché... + congiuntivo
Forma implicita: per, di, a + infinito

Subordinata causale. Indica la causa per cui avviene l'azione espressa nella reggente.
Forma esplicita: perché, poiché... + indicativo
Forma implicita: participio passato/ gerundio semplice o composto

Subordinata consecutiva. Indica la conseguenza dell'azione espressa nella reggente, che ha al suo interno un avverbio che la annuncia (così, tanto ecc...).
Forma esplicita: così, tanto .... che + indicativo
Forma implicita: da + infinito

Subordinata temporale. Indica il momento o la circostanza in cui avviene l'azione espressa nella reggente.
Forma esplicita: congiunzioni/locuzioni temporali + indicativo
Forma implicita: infinito o gerundio

Subordinata concessiva. Indica una condizione in contrasto con quanto si esprime nella reggente.
Forma esplicita: benché, nonostante, .... + congiuntivo
Forma implicita: pure + gerundio/ benché, sebbene, pur + participio passato

Subordinata condizionale. Esprime la condizione necessaria affinché si verifichi l'azione espressa nella reggente.
Forma esplicita: se + indicativo o congiuntivo
Forma implicita: gerundio
La proposizione condizionale (protasi) + la reggente (apodosi) formano il periodo ipotetico, che può essere:
I tipo o della realtà
II tipo o della possibilità
III tipo o dell'irrealtà

Subordinata modale. Esprime il modo in cui si verifica l'azione della reggente.
Forma esplicita: come, quasi che + indicativo, congiuntivo o condizionale
Forma implicita: genrundio/ con, a + infinito

Subordinata comparativa. Esprime un paragone con quanto espresso nella reggente.
Forma esplicita: di quanto, piuttosto che, ... + indicativo o congiuntivo
Forma implicita: che + infinito

Subordinata avversativa. Indica un qualcosa in contrapposizione a quello che avviene nella reggente.
Forma esplicita: mentre, laddove + indicativo


Subordinata strumentale. Esprime il mezzo con cui avviene l'azione espressa nella reggente.
Forma implicita: gerundio/ con + articolo + infinito


Subordinata interrogativa indiretta. Esprime una domanda in forma indiretta, introdotta da pronomi o aggettivi interrogativi (chi, quanto), avverbi interrogativi (dove), congiunzioni (perché).
Forma esplicita: indicativo, congiuntivo, condizionale
Forma implicita: infinito

Registrati via email