emme206 di emme206
Ominide 37 punti
Questo appunto contiene un allegato
Complementi italiani scaricato 8 volte

Tebella dei complementi della lingua italiana

Complemento Definizione Domanda Introdotto da Dipende
da
C. Oggetto C. oggetto completa il predicato verbale e indica l’ oggetto dell’ azione. Chi?
Che cosa? Si unisce direttamente al verbo Verbo transitivo attivo.
C. di specificazione C. di specificazione specifica o precisa il significato di un nome. Di chi?
Di che cosa? Preposizione di semplice o articolata. -Un nome (le vacanze di Natale)
-Un aggettivo (è geloso di voi)
-Un verbo. (hanno riso di lui)
C. di denominazione C. di denominazione determina con un nome specifico il nome generico che lo precede Di quale nome? Preposizione di semplice o articolata. - un nome geografico (l’isola di Malta)
- un nome generico (il nome di Marco)
- i nomi mese e giorno (il mese di settembre)
C. partitivo Indica il tutto di cui si considera solo una parte Tra chi? Tra che cosa? Preposizione di semplice o articolata, tra, fra - un nome indicante quantità (la maggior parte dei soldati)

- un numerale (due di voi)
- un aggettivo superlativo relativo (Paola è la più simpatica tra le mie amiche)
- un pronome indefinito (nessuno degli ospiti)
- un pronome interrogativo (Chi di voi…?)
- un avverbio di quantità (vorrei un po’ di aranciata)
C. di termine C. di termine indica la persona, l’ animale o la cosa su cui “termina” l’ azione espressa dal predicato. A chi?
A che cosa? Preposizione a semplice o articolata.
La preposizione manca quando il complemento è costituito da pronomi personali (mi, ti, gli…) ed è facoltativa davanti al pronome relativo “cui” -Verbo trans. Attivo (Hai chiesto al professore il permesso)
- trans. Passivo (la lettera è stata consegnata al direttore)
- Un aggettivo (sono molto grato al nonno)
- Un nome (ho manifestato la mia gratitudine al nonno)
C. di stato in luogo Indica il luogo nel quale avviene l’ azione o nel quale si trova qualcosa o qualcuno Dove?
In quale luogo? Preposizioni: in, a, da, su, tra, sopra, sotto, fuori, dentro, presso…
Locuzioni prepositive: all’interno di, accanto a, nei dintorni di… Verbi o nomi che indicano una permanenza (Vivo a Roma, è in casa)
C. di moto a luogo Indica il luogo verso il quale è diretta l’ azione espressa dal predicato Dove?
Verso quale luogo? Preposizioni: in, a, da, per, su, verso, sopra, sotto, dentro…
Locuzioni prepositive: in direzione di, alla volta di…
Verbi o nomi che indicano movimento o trasporto (E’ caduto sul pavimento, hanno preso il treno per Venezia)
C. di moto da luogo Indica il luogo da dove prende inizio l’azione espressa dal predicato Da dove?
Da quale luogo? Preposizioni: da, di… semplici o articolate
Verbi o nomi che indicano di movimento (Arrivarono da Parma, l’uscita dalla palestra avvenne in modo silenzioso)
C. di moto per luogo Indica il luogo attraverso il quale passa l’ azione espressa dal predicato Per dove?
Per quale luogo? Preposizioni:per, da, tra, attraverso, in
Locuzione prepositiva: in mezzo a… Verbi o nomi che indicano movimento (L’ho inseguito per tutto il cortile, Ho fatto un viaggio per tutta la Francia)
C. d’ agente e di causa efficiente Indica la persona o la cosa da cui è compiuta l’ azione espressa da un verbo passivo Da chi?
Da cosa? Preposizione da semplice o articolata
Locuzioni prepositive: da parte di, ad opera di… Verbi al passivo alla forma finita o al participio passato (Questa canzone è stata scritta da Lucio Dalla; Travolta dalla tempesta)
C. di mezzo e di strumento Indica la persona, l’animale o la cosa mediante il quale si compie l’azione espressa dal predicato Per mezzo di chi?
Per mezzo di che cosa? Dalle preposizioni con, in, per, a, di semplici o articolate
Locuzioni prepositive: per mezzo di, per opera di, grazie a… - da un verbo: (Paghiamo in contanti)
- da un nome in genere introdotto dalla preposizione a (Barca a vela, lampada a gas, sedia a rotelle)


C. di
compagnia e di unione
Indica la persona o l’animale insieme a cui si compie o si subisce l’azione espressa dal predicato (c. di compagnia) o indica la cosa insieme a cui si compie o si subisce l’azione (c.di unione) Con chi?

Con che cosa? Dalla preposizione con semplice o articolata
Locuzioni prepositive: in compagnia di, insieme con, assieme a, in unione con, unitamente…
- Da un verbo di forma attiva (Ballava con Marta)
- Da un verbo di forma passiva (Angela è stata rimproverata assieme a Nadia)
- Da un nome (Vendesi appartamento con terrazzo)
C. di causa Indica il motivo,la causa, per cui si fa o si verifica ciò che è espresso dal predicato. Per quale motivo?
A causa di chi?
A causa di che cosa?
Perchè? -Dalle preposizioni per,di, a, da con semplici o articolate
-Dalle locuzioni prepositive
a causa di...
a motivo di.....
per via di..... -da un verbo (pianse dalla gioia)
-da un nome (la gioia per la tua guarigione è grande)
-da un aggettivo (erano lividi di rabbia)
C. di fine o scopo Indica il fine o lo scopo per cui si compie l'azione espressa dal predicato. Per quale fine?
Per quale scopo? -Dalle preposizioni:
per,di, a, da, in.
-Dalle locuzioni prepositive:
al fine di,allo scopo di,in vista di - da un verbo:(studia per la promozione)
- da un nome:(sala da pranzo),(occhiali da sole)
- da un aggettivo: (questo luogo è poco adatto per lo studio)
C. di modo Indica il modo o la maniera in cui si svolge o si compie l'azione espressa dal predicato. Come ?
in che modo?
In che maniera? -Dalle preposizioni:
con, di, a, in, per, da, secondo.
-Dalle locuzioni prepositive:
al modo di, alla maniera di. -da un verbo:(parla in dialetto)
da un nome soprattutto in espressioni relative alla cucina>
(risotto alla milanese, bucatini all’amatriciana)
C. predicativo del soggetto È un aggettivo o un nome che completa il il significato del predicato e nello stesso tempo si riferisce al soggetto. Può essere introdotto da da, per, a, come, in qualità di, in veste di - verbi copulativi (sembrare, parere, diventare, nascere, morire, rimanere…) Rossella sembra felice, Nessuno nasce ricco
- verbi appellativi, elettivi, effettivi, estimativi alla forma passiva: Corrado è stato soprannominato “Ciccio”, Cicerone fu eletto console, L’imputato è stato giudicato innocente, I fiumi sono stati resi navigabili
- qualsiasi verbo quando nella proposizione vi è un aggettivo o un nome riferito sia al predicato sia al soggetto Il nonno è tornato a casa stanco
C. predicativo dell’oggetto È un aggettivo o un nome che completa il il significato del predicato e nello stesso tempo si riferisce al complemento oggetto Può essere introdotto da da, per, a, come, in qualità di, in veste di - Verbi appellativi, elettivi, effettivi, estimativi alla forma attiva: Ho soprannominato Aldo “Ciccio”, Elessero Cicerone console, La giuria ha giudicato innocente l’imputato, una tua telefonata renderà felice Nadia
- qualsiasi verbo di forma attiva che abbia il c. oggetto espresso Il padre vide il figlio scontento
C. tempo determinato
Indica il momento o l’epoca in cui avviene l’azione o la circostanza espressa dal predicato. Quando?
In quale momento? Può essere introdotto dalle preposizioni: in, a, di, tra, per, verso, circa, su.
Dalle locuzioni prepositive: intorno a, al tempo di, prima di, dopo di…
Talvolta non è introdotto da alcuna preposizione. ESEMPI:
Lo rivedrò a Natale; Sono usciti prima di noi; L’anno scorso siamo stati a Palermo
c. di tempo continuato Indica per quanto tempo dura l’azione o la circostanza espressa dal predicato Per quanto tempo? Può essere introdotto dalle preposizioni: per, in, da, durante, oltre.
Dalla locuzione prepositiva: fino a.
Talvolta non è introdotto
Da alcuna preposizione. ESEMPI
Lavoriamo insieme da cinque anni; Ti ho aspettato oltre mezz’ora; Resterò a Milano fino a domani; Mi fermerò un mese
c. di età

Indica l’età di una persona, animale, o cosa oppure indica a quale età qualcuno ha compiuto una certa azione o si è trovato in una certa situazione. Di quanti anni? A quanti anni? A quale età? Può essere introdotto dalle preposizioni: di, a, su (=indica l’età approssimativa).
Dalle locuzioni prepositive: all’età di, intorno a (=indica l’età approssimativa).
Può dipendere direttamente dal verbo. ESEMPI
Ho un nonno di novant’anni; A diciott’anni si può votare;
Tua cugina si è laureata intorno ai trent’anni; Miriam ha dieci anni
c. di limitazione Indica entro quali limiti ha valore ciò che si afferma Limitamente a chi? Limitamente a che cosa? Rispetto a chi? Rispetto a che cosa? Può essere introdotto dalle preposizioni di, da, in, per e a. O dalle locuzioni prepositive: rispetto a, limitamento a, relativamente a (in), quanto a, in fatto di… Esempi:
Secondo noi, la zia ha ragione. Secondo l’opinione dei medici la nonna deve stare a letto. Quel calciatore in fatto di resistenza è senz’altro migliore
c. di argomento Indica l’argomento di cui si parla o si scrive Di chi? Di quale argomento? Su quale argomento? Da verbi o nomi che contengono l’idea di trattazione, discussione: parlare, dire, scrivere, raccontare, ecc. Esempi:
Mi ha parlato di Alfredo. Ho letto un libro su Garibaldi. Che cosa hai deciso riguardo al trasferimento?.
C. di materia Indica la materia, la sostanza, di cui è fatto un determinato oggetto Fatto di che cosa? Fatto di quale materia? Dalle preposizioni: di e in Esempi:
il pavimento del salotto è in marmo. Giochiamo a braccio di ferro (figurato). È una scultura di bronzo

c. di qualità Indica una qualità o una caratteristica fisica o morale di una persona, di un animale o di una cosa Di quale qualità? Con quali caratteristiche? Come? Dalle proposizioni: di, da, a, con Esempi:
È un uomo di straordinaria gentilezza. Ho comprato una giacca a quadri. Come sono belle le tue scarpe con i tacchi alti
C. di colpa Indica la colpa, il reato, il delitto di cui una persona è accusata, per cui è processata o di cui è assolta. Di quale colpa? Per quale colpa? Dalle preposizioni: di, per, da Dipende da verbi come: accusare, processare, condannare, incolpare, assolvere, scagionare, prosciogliere…
Fu accusato di furto. Sarà processato per omicidio.
C. di pena Indica la pena, il castigo, la multa a cui una persona viene condannata. A quale pena? Con quale pena? Dalle preposizioni: a, con, di, per Esempi:
Fu punito con la tortura. E’ stato condannato a cinque anni di reclusione.
C. di vantaggio e di svantaggio Indicano, rispettivamente, la persona, l’animale o la cosa a vantaggio o a svantaggio dei quali si compie un’azione o si verifica una condizione. Per chi? Per che cosa? A vantaggio di chi? Di che cosa? (complemento di vantaggio); a svantaggio di, a danno di chi? Di che cosa? (complemento di svantaggio)
Dalle preposizioni: per, contro o dalle locuzioni prepositive: a vantaggio di, a (in) favore di, in difesa di, nell’interesse di, a svantaggio di, a danno di, a discapito di… Esempi:
Per lui farei qualsiasi cosa. I prepotenti agiscono a danno dei più deboli.

Registrati via email