Ominide 92 punti

Giuseppe Ungaretti

- È uno dei massimali esponenti della poesia del 900
- nasce nel 1888 in Egitto
- partecipa alla prima guerra mondiale sul carso nel 1914
- dove scrive "Il porto sepolto" e "Allegria di naufragi" che successivamente confluisce in "L'allegria"
- l'allegria è caratterizzata da:
1. versi brevi
2. poche parole ma pregnanti come dice lui "ogni parola è scavata in me come in un abisso"
3. il titolo è parte integrante del testo
4. uso di analogie simili a metafore non spiegate
5. spazi bianchi che indicano pause di riflessione
6. mancanza di punteggiatura
7. tema principale la guerra e l'Egitto
8. il poeta assume il ruolo di testimone dell'assoluto
- si trasferisce a roma e scrive la raccolta "Sentimento del tempo" dove riprende i versi tradizionali, viene influenzato dall'ermetismo, il tema è roma perché rappresenta tutte le fasi della storia ma parla anche di crono padre di Zeus simbolo del tempo

- ma a causa di gravi lutti familiari scrive "Il dolore"
- il dolore si riferisce all'occupazione di roma da parte dei tedeschi quindi quest'opera si fa voce sia del tormento personale per la morte del fratello e del figlio sia collettivo per la guerra.

Registrati via email