Neoclassicismo

Questo movimento culturale prende le mosse dall'interesse tardo settecentesco per la cultura greca e romana cioè classica. Propugna in arte il ritorno alla purezza delle linee e dei sentimenti della cultura antica si tratta di una reazione alle esuberante e forme decorative del tardo barocco e del rococò. Questa spinta alla purezza viene fatta iniziare simbolicamente alla edizione del volume storia dell'arte antica di Jonathan Jacob vinca il man studioso tedesco di antichità classiche a cui si fa risalire la nascita dell'archeologia come scienza storica. Tale mezzo divulgativo in mancanza di immagini fotografiche contribuì però a creare un fondamentale equivoco l'arte antica non era sempre così lineare e severa come appare nelle stante tale fraintendimento si accrebbe con gli scavi di Pompei ed Ercolano il tratto secco e deciso del disegno non rendeva lo stile leggero della pittura romana.
In realtà l'arte antica specie romana amava molto il colore e la decorazione solo che il tempo la spoliazione dei secoli successivi alla caduta dell'impero aveva la tolto colori e partiti decorativi.

Accanto alle arti figurative anche nella letteratura il ritorno alla classicità si fece evidente soprattutto nell'opera di traduzione e adattamento di testi antichi soprattutto l'epica omerica in questo si distinse Vincenzo monti noto in particolare per una magistrale traduzione dell'Iliade ma letterato più rappresentativo di quest'epoca confusa e contraddittoria fu Ugo Foscolo un autore a cavallo di due secoli e di due movimenti.

Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email