Poetica e idee di Manzoni

Tema dominante in Manzoni è la continuità tra gli ideali illuministici e la fede religiosa:lui crede nei valori di libertà,uguaglianza e fratellanza ,però ritrova questi ideali all’ interno della fede in un Dio provvidenziale che governa la storia e gli uomini guidandoli alla salvezza spirituale e alla felicità terrena. Manzoni afferma che solo applicando i principi cristiani si può creare una società più giusta e libera, attenta alle esigenze dei più bisognosi e vittime dei potenti .Fu il primo autore a trattare nelle sue opere la vita degli umili, degli oppressi, desiderosi della giustizia e di uguaglianza; la sua poesia può dirsi “democratica” .Egli aveva una visione pessimistica della vita perché osservava che il male e la cattiveria prevalgono sul bene, mentre sosteneva che la vita terrena è poco importante in quanto ciò che ha valore è l’ aldilà; dio non ha promesso la felicità all’ uomo sulla terra dove tutto è passeggero, ma in un altro mondo quello eterno Manzoni riteneva che le vicende umane, i fatti storici, sono voluti e guidati da Dio- provvidenza, che realizza sulla terra i suoi piami di redenzione e di finale trionfo del bene(concezione provvidenzialistica della storia)

La visione religiosa della vita Il male, il peccato esistono, ma la fede in Dio e nella sua Provvidenza, dà all’ uomo la forza di affrontarli e lo illumina nelle sue scelte interiori, rendendolo capace di trarre anche dalle sofferenze una lezione positiva. Nel romanzo soprattutto compare la Provvidenza che nella vita terrena trasforma il male in bene almeno per chi sa credere e mettere in pratica i principi cristiani,soprattutto nel momento delle difficoltà e nel dolore .M afferma”Dio non turba mai la gioia dei suoi figli se non per prepararne loro una più grande e certa ,Per lui i dolori le sofferenze hanno un senso,una ragione e ne deriva che la virtù cristiana per eccellenza è la Rassegnazione, cioè la completa fiducia nella Provvidenza Divina, solo in essa l’ uomo può trovare pace e serenità. Un tema di M è il senso della storia , lui non si aggrappa ad alcun illusione, all’ immaginazione, non crede nella mitologia sente il bisogno di narrare fatti che siano fedelmente documentati. Infatti pensa che uno scrittore debba contribuire alla formazione morale del suo pubblico, sollecitandolo a prendere coscienza sia del bene che del male, dei vizi e delle virtù , di quello che siamo e che invece dovremmo essere. Per questo l’ opera d’ arte per Manzoni deve avere: IL VERO per oggetto : cioè deve trarre ispirazione dalla realtà storica non dalla mitologia;L’UTILE per scopo: cioè l’ artista attraverso le sue opere deve rendersi utile alla società, dando insegnamenti morali L’INTERESSANTE per mezzo: cioè attrarre l’attenzione del lettore, arricchendo l’ opera d’ arte di elementi fantastici o passionali che ne costituiscano l’ elemento piacevole anche se la trama narra fatti tragici. Da ciò sente l’ esigenza di usare un linguaggio più vicino possibile alla lingua parlata, semplice e comprensibile a tutti
TEMI illuminismo
Libertà
Uguaglianza
Fratellanza

Nelle opere di Manzoni gli umili e gli oppressi riescono ad ottenere la giustizia, perché Dio premia coloro che seguono gli insegnamenti cristiani.

Registrati via email