Alessandro Manzoni

Manzoni nacque nel 1785 a Milano, la città più moderna dell'Italia dell'epoca. Egli faceva parte dell'ambiente più raffinato di Milano: sua madre era Giulia Beccaria, figlia di Cesare Beccaria; suo padre era Pietro Manzoni un conte (anche se sembra che il suo vero padre forse Giovanni Verri, un intellettuale illuminista con cui Giulia aveva una relazione). Il piccolo Alessandro apparteneva da una parte alla nobiltà milanese tradizionalista all'antica, dall'altra la borghesia colta e aperta alle idee più moderne. L'unione tra questi due mondi non era facile, infatti non funzionò: Giulia e Pietro non si erano sposati per amore e si separarono presto. Nel 1792 Giulia lasciò il marito e il figlio e si trasferì a Parigi. Alessandro mandato a studiare nei collegi prestigiosi, ricevette una buona formazione in culturale, ma soffriva per la severità del padre e per la mancanza d'affetto della madre. Inoltre iniziò a entrare in contrasto con il padre per le sue idee illuministe, come quelle di sua madre. Compiuti vent'anni, raggiunse sua madre a Parigi dove rimase per 5 anni e dove scoprì il romanticismo e conobbe Enrichetta Blondel, che si stava convertendo al cattolicesimo. Lei influenzò Manzoni che iniziò a riavvicinarsi al cattolicesimo. Cominciò, allora, a scrivere opere ispirate alla fede che contribuirono a renderlo un grande intellettuale cattolico, quale fu. In pochi anni compose inni sacri, odi, tragedie e comincio a elaborare il suo famoso romanzo, i Promessi Sposi. Manzoni ottenne successo e gloria, ma la sua vita fu segnata da dolorosi lutti familiari, anche se non smise mai di lavorare con costanza e dedizione (cose che lo aiutarono molto a superare i tremendi lutti). Il prestigio di Manzoni continuò a crescere, tanto che nel 1861, dopo che si costituì il Regno d'Italia, gli fu affidato un incarico importante che lo rese senatore e gli affidò il compito di unificare i dialetti in una lingua comune a tutti gli italiani.
Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email