Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Duecento - Letteratura in Italia

Breve appunto sulla letteratura italiana del Duecento. Le prime composizioni letterarie volgari in italiano, in poesia e in prosa.

E io lo dico a Skuola.net
Il Duecento letterario italiano

Le prime composizioni letterarie volgari in italiano appaiono nel XIII secolo, anche se la lingua ufficiale e della cultura è il latino.

L’evoluzione della lingua nel Duecento
Nascono i primi testi letterari, ossia:
1) per la poesia:
- poesia religiosa: in dialetto umbro, ad es. ”Laudato si', mi' Signore”, di Francesco d'Assisi;
- Dolce Stil Novo: poesia amorosa quasi idilliaca, in dialetto fiorentino, ad es. “Io voglio del ver la mia donna laudare”, di Guido Guinizzelli;
- Scuola poetica siciliana: poesia amorosa siciliana;
- poesia comico-realistica: in dialetto fiorentino, ad es. “S'i fosse fuoco, arderei 'l mondo” di Cecco Angiolieri);
2) per la prosa:
- il Novellino: raccolta di cento novelle scritte da autori diversi e raggruppate da un anonimo fiorentino, in lingua fiorentina.

In questo secolo si afferma l’uso del volgare per scopi pratici. Nella lingua scritta il latino e il volgare s’influenzano reciprocamente sia nel lessico che nella costruzione del periodo.
La prima letteratura volgare italiana rispecchia la frammentazione politica e linguistica dell'Italia. Non esiste infatti un unico centro culturale, la letteratura delle origini è policentrica e molto diversificata per caratteristiche di lingua, forme e temi.
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare