Sapiens 3012 punti

Dante - La divina commedia

La Divina commedia è un poema didascalico e allegorico. Racconta il viaggio immaginario che Dante compie nei regni dell’aldilà. E’ diviso in tre cantiche: inferno, paradiso e purgatorio.
Il purgatorio e il paradiso sono costituiti da 33 canti, mentre l’inferno da 34 canti, composti da terzine di endecasillabi.
I numeri 1, 3 e 7 nel poema rivestono un notevole ruolo simbolico.
1: unicità di Dio
3: trinità
7: i vizi capitali e i giorni della settimana.
L’inferno è una voragine a forma di cono che si apre sotto Gerusalemme con il vertice al centro della Terra. La voragine si aprì quando fu lanciato via dal cielo Lucifero, l’angelo ribelle. Lungo le pareti del cono sono collocati i dannati, secondo la legge del contrappasso: la pena riflette per contrasto o per somiglianza il peccato commesso in vita.
Il purgatorio è agli antipodi di Gerusalemme nell’emisfero australe ed accoglie le anime purganti, che dopo un periodo di espiazione del peccato sono ammesse in paradiso.

La pena è di carattere morale e consiste nella sofferenza di non vedere Dio.
Solo nel paradiso le anime potranno incontrare Dio.

Registrati via email