Ominide 943 punti

Ada Negri - Poesia

Herba Tenax
Umile agli occhi e pur sì cara al suolo,
erba tenace: che, calpesta, tenti
di raddrizzarti: tolta di fra i sassi
nelle piazze vetuste, ad essi torni
più fitta: rasa dalla falce ai prati,
rinasci, sempre verde e sempre nova.

Chiuso nell’ombra e pur fisso alle stelle,
cuore tenace: che, percosso, tenti
nel tuo segreto d’ammortire il colpo:
respinto, la tua via ricalchi: ucciso,
risorgi; e sì profonde hai le radici,
che più ricco ti fanno in vita nova.

Biografia di Negri Ada e commento(1870-1945)
Scrittrice italiana. Di umili origini, insegnante, collaborò a numerosi quotidiani e riviste e , nel 1940, fu accolta nell'Accademia d'Italia. Fra le sue opere si ricordano i versi il libro di Mara, I canti dell'isola, e le opere in prosa Le solitarie, Stella mattutina, Sorelle.
Ada Negri , in questa composizione paragona se stessa all'umile, ma tenace erba.

Essa, anche se continuamente calpestata, continua a ricrescere , desiderosa di affermare la propria vita contro tutti gli ostacoli. Allo stesso modo continuamente si rinnova il cuore dell'autrice, reso più forte e resistente dalle vicende belle e brutte dell'esistenza.

Registrati via email