Le regole del gioco responsabile

Ecco le semplici regole che spiegano cosa il giocatore maggiorenne deve e non deve fare

Cristina.M
E io lo dico a Skuola.net

Vademecum giocatore

Nel gioco è fondamentale fare della “giusta misura” la propria regola di vita, imparando ad avere ben presente i divieti previsti dalla legge ed il sottile confine tra divertimento ed esagerazione.

AUTOREGOLARSILA LEGGE VIETA AI MINORI DI PARTECIPARE A GIOCHI CON VINCITE IN DENARO.
Ma anche da maggiorenni la regola più importante è essere autonomi: se decidete di giocare, fatelo responsabilmente. Ognuno ha il suo specifico livello di vulnerabilità. Ecco perché è fondamentale sapersi auto controllare e fissarsi dei limiti. Autoregolarsi è la mossa giusta per divertirsi senza diventare dipendenti dal gioco: siamo noi ad usare il gioco, non permettiamo che succeda il contrario.

Chi decide di giocare deve:
avere almeno 18 anni;
• investire nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere evitando di utilizzare il denaro necessario per vivere il quotidiano;
• conoscere bene le regole del gioco;
• se gioca, non deve eccedere;
bilanciare il tempo dedicato al gioco con altre attività di svago;
• saper accettare di perdere evitando di accanirsi a giocare per vincere a tutti i costi;

Non deve:
• Giocare per guadagnare soldi, ma solo per divertirsi;
• Chiedere in prestito soldi per giocare;
• Giocare solo per sfuggire alla solitudine o alla depressione;
• Giocare se la sua lucidità è alterata.

L’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (AAMS) ti dà una mano, vai sul sito www.aams.gov.it

Registrati via email
In evidenza